Game Experience
LIVE

Il Thor di God of War Ragnarök è il culmine della potenza maschile, per un campione di powerlifting

"Il Thor di God of War rappresenta il massimo delle performance maschili", ha affermato Darren McCormac.

Poco dopo aver rivelato il nuovo trailer per God of War Ragnarök, lo studio dietro il gioco, Sony Santa Monica, ha twittato le immagini del cast, incluso Thor. In molti giocatori su internet sono rimasti straniti e in alcuni casi infastiditi dal fatto che Thor non assomigli per niente a quello interpretato da Chris Hemsworth nei film Marvel. Questo Thor ha una pancia piuttosto prominente, e inizialmente potrebbe non sembrare l’ideale rappresentazione del dio del tuono, ma secondo Darren McCormac, tre volte campione britannico di powerlifting e detentore di due record mondiali, grazie proprio alla sua massa imponente, il Thor di God of War Ragnarök rappresenta il massimo della pura potenza maschile.

Che vi piaccia o no, il Thor di God of War rappresenta il massimo delle performance maschili“, afferma McCormac in un’intervista con The Sixth Axis. “C’è una correlazione tra la massa e la forza. Nel powerlifting, le classi più competitive sono quelle sotto i 100 e i 110 KG, ragazzi che sollevano pesi molteplici volte superiori al loro peso corporeo. Loro non sono alti, sono corpulenti. Non tutti questi ragazzi hanno gli addominali, ma piuttosto uno strato di lardo sopra ad essi, una “pancia di potenza”. Chiunque può avere degli addominali, sì c’è l’ho con te Mr. Hemsworth (l’attore del Thor di Marvel), ma una pancia di potenza e un muscolo trapezio forte sono i segni di un uomo dannatamente forte.

God of War Ragnarök

L’interpretazione di Thor di Santa Monica Studio è evidentemente stata quella di realizzare un personaggio molto possente, forte e intimidatorio, seguendo più la falsariga del dio del tuono della mitologia norrena, che i film della Marvel. Si tratta comunque di polemiche abbastanza sterili poiché qualunque sia la visione di uno studio per un personaggio, è comunque la sua interpretazione di creatività, arte e pensiero di esso, questo vale per Thor, come per Angrboda e qualsiasi personaggio di un’opera.

Fonte: Thesixthaxis

Articoli correlati

Daniele Franco

Daniele Franco

Videogiocatore incallito, fin da piccolo, appassionato di qualsiasi genere, ma in particolare GDR ed Action Adventure. Gioco principalmente sulla piattaforma verde, ma amo e rispetto tutte le piattaforme e tutti i giocatori, le tifoserie non fanno per me, giocate e divertitevi, quello è l'importante.

Condividi