Game Experience
LIVE

Halo Infinite, 343 ha migliorato Craig con tanto di barba e pizzetto

L'ormai iconico nemico di Halo ha subito dei miglioramenti importanti.

Come certamente saprete già, il prossimo 8 dicembre 2021 finalmente approderà sul mercato di tutto il mondo Halo Infinite, nuovo attesissimo capitolo della serie con protagonista Master Chief che renderà ancora più speciali le vacanzenatalizie dei possessori di una console Xbox One, di una Xbox Series X, di una Xbox Series S oppure ancora di un PC.

Chi segue con una certa costanza il mondo dei videogiochi, ed in particolar modo guarda con non poco interesse l’ultima opera di 343 Industries, ricorderà senza alcun dubbio come nei mesi scorsi sia esploso in rete il dibattito rigurdante l’ormai celeberrimo Craig il Brute.

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, si tratta di uno dei nemici che è stato possibile ammirare in azione nella prima demo di Halo Infinite mostrata in tutto il mondo nel corso del mese di Luglio 2020 durante un evento Xbox, con una fetta di fan che iniziò ad ironizzare circa la realizzazione tecnica di questo personaggio del nuovo capitolo di Halo. Il tutto diventò un vero e proprio meme con il passare dei giorni, con il buon Craig che finì un po’ ovunque sul web, cosa questa che perdura anche adesso dopo oltre un anno.

Questa situazione ha ovviamente indotto 343 Industries ad apprtare alcuni cambiamenti e miglioramenti vari al personaggio di cui sopra, inserendo tutta una serie di nuovi dettagli che ora rendono migliore il viso dell’ormai iconico Brute, aggiungendo anche un po’ di barba ed un pizzetto che certamente rendono migliore il tutto.

Eccovi qui di seguita la “nuova versione” di Craig il Brute:

Vi ricordiamo infine che nei giorni scorsi un dataminer potrebbe aver svelato il numero di mappe disponibili nel gioco… e sono davvero tante.

Fonte: Reddit

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi