Game Experience
LIVE

Un musicista vuole chiamare la sua band ‘Doomscroll’ ma id Software non ci sta

In questo articolo segnaliamo una vera e propria disavventura che è stato costretto a vivere un musicista degli Stati Uniti, precisamente in quel del Dallas che aveva avuto la brillante idea di chiamare la sua band trash metal ‘Doomscroll‘, per poi però finire ad attirare le attenzioni di id Software, arcinoto team di sviluppo a cui dobbiamo tra gli la celebre ed apprezzata saga videoludica di DOOM.

Questo chitarrista metal di Dallas pensava che “doomscroll” fosse una parola interessante, nello specifico credeva che fosse “un nome killer per una band”. Come raccontato da Wired, il chitarrista di nome Dustin Mitchell all’inizio del 2021 ha proceduto a presentare una richiesta di marchio all’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti per “doomscroll“, che prevedeva sarebbe stato il nome della sua nuova “band thrash metal progressiva“.

Purtroppo però i suoi desideri hanno preso una svolta inaspettata negli ultimi mesi quando è stato contattato direttamente da un avvocato che rappresenta id Software nel corso della giornata del 13 ottobre, l’ultimo giorno in cui qualsiasi membro del pubblico poteva opporsi ufficialmente alla richiesta di registrazione del marchio.

L’avvocato di cui sopra ha quindi chiesto a Mitchell di estendere il termine per registrare ufficialmente l’opposizione di id Software, così da cercare di raggiungere un accordo prima di ricorrere ad un’azione legale. A quel punto il musicista, pur essendo un fan di DOOM, ha affermato di essersi molto risentito da questo avvenimento, convinto della bontà della sua azione visto che il termine “Doomscroll” è stato inserito di recente anche nei dizionari americani.

Eccovi qui di seguito una piccola dichiarazione del ragazzo:


“stanno cercando di portarmi via qualcosa che è completamente estraneo a loro”


Gli avvocati che hanno parlato con l’outlet hanno affermato che aziende come Id Software sono note per ostacolare le registrazioni come quelle effettuate da Mitchell, questo per evitare che una fetta di pubblico possa utilizzare dei termini in un modo “che causerebbe confusione” intorno al loro prodotto. Inoltre, questa non è la prima volta che id Software dà il via a cose di questo tipo, ostacolando la registrazione di “ODoom” e “Doomlings” nell’ultimo mese.

Segnaliamo infine che questa battaglia tra Dustin Mitchell e id Software potrebbe portarsi fino al 2023.

Fonte: Gizmodo

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi