NOTIZIE

Electronic Arts: rubati 780GB di dati, inclusi codice sorgente di FIFA 21 e Frostbite

Electronic Arts ha subito nella giornata di ieri un attacco hacker con oltre 780GB di dati rubati.

Degli hacker hanno irrotto nel gigante dei giochi Electronic Arts, l’editore di Battlefield, FIFA e The Sims, e hanno rubato una grande quantità di codici sorgente di gioco e relativi strumenti interni.

FIFA 21 Electronic Arts

In dei post sul forum di hacking, hanno affermato di aver preso il codice sorgente di FIFA 21 e il codice per il suo server di matchmaking. Gli hacker hanno anche affermato di aver ottenuto il codice sorgente e gli strumenti per il motore Frostbite, che alimenta una serie di giochi EA tra cui Battlefield, con il reveal trailer del nuovo capitolo che è stato rilasciato proprio un paio di giorni fa. Altre informazioni rubate includono framework EA proprietari e kit di sviluppo software (SDK) e pacchetti di codice che possono rendere più snello lo sviluppo di gioco. In tutto, gli hacker affermano di avere 780 GB di dati e li pubblicizzano in vendita in vari post di forum di hacking sotterranei.

EA ha confermato a Motherboard di aver subito la violazione dei dati e che le informazioni elencate dagli hacker erano i dati rubati:

“Stiamo indagando su un recente incidente di intrusione nella nostra rete in cui è stata rubata una quantità limitata di codice sorgente di gioco e strumenti correlati”, ha detto a Motherboard un portavoce di EA in una nota. “Non è stato effettuato l’accesso ai dati dei giocatori e non abbiamo motivo di credere che ci sia alcun rischio per la privacy dei giocatori. A seguito dell’incidente, abbiamo già apportato miglioramenti alla sicurezza e non ci aspettiamo un impatto sui nostri giochi o sulla nostra attività. Stiamo lavorando attivamente con le forze dell’ordine e altri esperti come parte di questa indagine penale in corso”.

Frostbite 3 Engine-DICE Electronic Arts

Insieme ai loro post sul forum, gli hacker hanno condiviso una piccola selezione di screenshot che affermavano di dimostrare il loro accesso ai dati Electronic Arts, ma non hanno distribuito pubblicamente nessuno dei dati interni stessi. Invece, gli hacker stanno, almeno apparentemente, cercando di vendere le informazioni.