NOTIZIE

Castlevania: Scovato un possibile titolo cancellato per Dreamcast

Un reperto fossile d'un gioco mai venuto alla luce

In un nuovo misterioso video, un videogiocatore ha mostrato i menu di quello che pare un prototipo di Castlevania: Resurrection, un titolo della famosa serie che avrebbe dovuto lanciarsi su SEGA Dreamcast nei primi anni del nuovo millennio, onde poi venire cancellato. Se fosse dimostrata la veridicità del video, sarebbe la prima volta in cui delle immagini gameplay del mai nato titolo vengono mostrate al pubblico.

Nel video si vede il giocatore caricare diverse aree mediante un menu di debug e controllare il personaggio con una sola mano, il che lascia supporre che, mentre i movimenti sono implementati, altre feature come il combattimento potrebbero non esserlo. Si nota anche come il personaggio subisca danno dai nemici, mentre riesce a camminare nella lava senza subire alcun effetto. Una versione del gioco chiaramente lontanissima dall’essere completa.

Stando al sito Unseen64, dedicato ai titoli in beta, cancellati e mai visti, Castlevania: Resurrection avrebbe dovuto seguire l’eroe di Castlevania Legends, Sonia Belmont e di un nuovo personaggio, Victor Belmont, impegnati a viaggiare nel passato per affrontare Dracula prima degli eventi del titolo originale.

Castlevania: Resurrection, nonostante fu mostrato a porte chiuse agli addetti stampa durante l’E3 1999 e nel settembre del medesimo anno sulle pagine del settimanale inglese Dreamcast Magazine, fu poi cancellato senza far troppo rumore da Konami nel marzo del 2000. “Castlevania Resurrection era un gioco condannato fin dall’inizio. Il team stesso aveva un sacco di problemi quando saltai a bordo”, ha detto Jason Lee Elliott, un ex artista Konami impiegato sul gioco: “Gran parte del team aveva solo e sempre lavorato su titoli sportivi, quindi non avevano idea di come fare un action platform in 3D. Il team artistico non era molto coeso e non riusciva a mettersi d’accordo su una direzione. Il gioco rimase in sviluppo per quasi due anni uscendone con ben poco da mostrare”.

Intanto i fan di Konami saranno lieti (o forse no, se fan delle console Microsoft) di sapere che le voci di una possibile acquisizione dal parte degli Xbox Game Studios è stata smentita.