Game Experience
LIVE

Call of Duty: Warzone: Ronaldo è un pippone? Macché, effettua una tripla kill da pro player!

Il Fenomeno non è scarso nel gioco come pensano in molti!

Chi segue con una certa costanza tutto ciò che circonda e che riguarda (anche piuttosto lontanamente) Call of Duty: Warzone Ronaldo sarà certamente a conoscenza di un vero e proprio movimento partito con una certa forza nei giorni scorsi in quel del web, con una fetta della community del celebre free to play di Activision che ha iniziato ad etichettare Ronaldo Luís Nazário de Lima, conosciuto semplicemente come Ronaldoil Fenomeno“, come un Bot.

E sì, avete proprio capito bene, stando a questa fetta di fan quello che un tempo danzava leggiadro sul rettangolo verde da gioco mettendo a sedere con una certa nonchalance buona parte dei difensori della Serie A, mentre indossava la casacca nerazzurra dell’Inter, è un giocatore “scarisissimo” di Warzone.

Secondo loro infatti quello che per molti è uno dei giocatori di calcio più forti di tutti i tempi, adesso è un cosiddetto “pippone” su Call of Duty: Warzone, talmente scarso da essere definito alla stregua di un “BOT“, un personaggio controllato direttamente dal computer e quindi vera e propria carne da macello per tutti quei giocatori che hanno una minima conoscenza del gioco.

Ma in realtà questi pensieri sono piuttosto frettolosi stando al portale online Powned, che ha evidenziato una giocata effettuata dall’iconico Ronaldo direttamente nel gioco di Activision. Il Fenomeno è infatti entrato in una delle stanze dietro le porte rosse per poi iniziare a dare letteralmente il meglio di sé ingaggiando uno scontro a fuoco al cardiopalma con un altro team.

In quei concitati momenti il noto calciatore è riuscito a mandare a terra il primo avversario, cambiare velocemente un’arma ed uccidere anche il secondo giocatore. A quel punto però in piena trance agonistica si è gettato anche alla ricerca del terzo avversario, uccidendolo agilmente, tripla kill questa che ha fatto esplodere di gioia un membro del suo team che ha iniziato ad urlare “il Fenomeno!! Il Fenomenooo!!!!

Detto questo, Powned fa notare come sia soltanto una maldicenza paragonare Ronaldo ad un bot, questo perché l’ex stella del calcio mira sempre verso l’alto quando spara ad un avversario in Call of Duty: Warzone, così da fare più danni (chi non sa giocare mira invece verso il basso, nelle zone dove si effettua meno danno), ed inoltre utilizza sempre le armi che vanno per la maggiore con il meta attuale del gioco, come l’OTs9 e l’EM2, il tutto cambiando arma quando finisce i colpi invece di ricaricare.

Insomma sì, Ronaldo non sarà un Fenomeno all’interno di Warzone, come invece lo era nel calcio, ma certamente non è un pippone!

Fonte: Powned.it

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi