Game Experience
LIVE

Battlefield 2042 “sta morendo” e gli hacker smettono di vendere cheat

Lo ha condiviso Tom Henderson!

Ormai non è certamente una sorpresa scoprire come Battlefield 2042 si sia reso protagonista di un lancio a dir poco difficoltoso e di conseguenza deludente, con Electronic Arts che ha provato in più di un’occasione a rassicurare i fan (ovviamente molto delusi da questa situazione inaspettata) su una ripresa del gioco grazie ad un ricco e massiccio supporto post lancio.

In attesa di poter vedere quindi tutti gli eventuali miglioramenti che verranno apportati al titolo, segnaliamo in questo articolo una notizia che ad una prima lettura potrebbe sembrare positiva (e da un certo punto di vista lo è eccome, per carità) ma che da un altro lato offre una versione dei fatti decisamente negativa.

Infatti entrando nello specifico della questione, un distributore di cheat a pagamento ha annunciato proprio in queste ore la sua decisione di interrompere la vendita di “servizi” riguardanti Battlefield 2042, questo perché semplicemente il “gioco sta morendo“.

Stando a questo noto venditore di cheat e trucchetti vari, il nuovo capitolo appartenente alla serie di DICE sta perdendo ogni giorno sempre più utenti, con i server del titolo che mano a mano si stanno letteralmente svuotando. Ed ovviamente questa situazione rende inutile realizzare e di conseguenza vendere dei cheat visto che il pubblico interessato ad acquistarli è sempre meno.

E questa novità è stata condivisa direttamente da Tom Henderson, uno degli insider più apprezzati del mondo videoludico, mostrando come l’hacker conosciuto su Discord come Panfyero abbia deciso di dismettere il proprio business legato a Battlefield 2042. Questo ha quindi spiegato come attualmente il gioco soffra di problemi di performance che non permettono ai cheat di funzionare correttamente, oltre al fatto che il titolo “sta morendo”.

Fonte: Twitter

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi