Game Experience
LIVE

343 Industries sta cercando da 3 mesi un designer della monetizzazione per Halo Infinite?

Salta fuori un annuncio di lavoro di Microsoft e 343 Industries forse rappresentativo della situazione.

Stando a un annuncio di lavoro ufficiale sul sito web di Microsoft Careers, il team di 343 Industries starebbe cercando da ben tre mesi un Monetization Designer per Halo Infinite, ossia un responsabile e pianificatore del sistema di monetizzazione.

Il comparto multiplayer di Halo Infinite in versione free-to-play è disponibile già da quasi due mesi sia per le piattaforme PC che per le console Xbox, ma numerose critiche sono state rivolte nei confronti del sistema di monetizzazione e quindi sul sistema di progressione del gioco, nonostante la buona accoglienza riservata al gameplay.

Constatare l’eventuale assenza di una vera e propria mente dietro al progetto di monetizzazione non parrebbe così strano data l’acerbità, la freddezza e il poco bilanciamento del sistema di monetizzazione come anche quello di progressione.

Non sappiamo in realtà con estrema certezza se questo annuncio sia vecchio oppure ancora valido, fatto sta che effettivamente non sembra esserci stato al lancio così come tuttora una direzione del progetto particolarmente buona. Possibile che lo studio stia tardando così tanto a trovare una persona esperta in grado di migliorare la situazione attuale? Addirittura da ancora prima che il multiplayer uscisse (l’annuncio è datato 2 ottobre 2021)?

HALO INFINITE 343

Il candidato dovrebbe così “migliorare e sviluppare un nuovo sistema di monetizzazione sostenibile in linea con la nostra visione per Halo Infinite e con il rispetto che abbiamo nei confronti del tempo dei giocatori così come anche del loro investimento monetario“.

Ricordiamo infatti la presenza di diversi set estetici da 20 dollari e di colori da addirittura 8 dollari nello store digitale presente all’interno del gioco. Inoltre, il progredire con le sfide al fine di ottenere la ricompensa settimanale sembra essere spesso piuttosto lungo e ostico, quasi da far sembrare il giocatore come rapito dal sistema di progressione (e quindi condotto alle microtransazioni). A questo punto il rispetto nei confronti dei soldi spesi dagli utenti e dal loro tempo impiegato all’interno del gioco non sembrano essere ben ripagati come dichiarato da 343 Industries nel loro annuncio di lavoro.

Inoltre, bisogna capire perché 343 Industries ha deciso di lanciare un sistema così acerbo sapendo già prima del lancio del gioco del bisogno di una ulteriore figura professionale in grado di realizzare “un nuovo sistema di monetizzazione”, quindi diverso e migliore da quello proposto al debutto del gioco.

immagine
immagine 1

Qual è la vostra opinione su questa vicenda?

Fonte: tweaktown.com

Articoli correlati

Simone Balboni

Simone Balboni

Sono soltanto un videogiocatore pieno di passione, ho in casa solo 14 console e 3 PC, ma nessuno di questi fa girare Quake Champions. Nel frattempo mi diletto su server competitivi alla ricerca di una buona Tripla Uccisione.

Condividi