Game Experience
LIVE

World of Warcraft: morto Jarod Nandin celebrità del MMORPG e cosplayer di South Park

La community di World of Warcraft è in lutto dopo che Jarod Nandin, celebre giocatore del MMORPG Blizzard e conosciuto da molti anche come cosplayer di South Park, è venuto a mancare in questi giorni per complicazioni dovute al Covid-19.

Jarod Nandin era una sorta di leggenda nella community di World of Warcraft: oltre ad essere uno stimato giocatore di lunga data del MMORPG Blizzard, assurse al rango di celebrità dopo la sua perfetta interpretazione del “tizio senza una vita reale” durante il BlizzCon 2013, ovvero effettuando un impressionante cosplay del personaggio del giocatore specializzato in World of Warcraft visto in South Park, all’interno della puntata “Make Love not Warcraft”.

Jarod ha effettuato una perfetta riproduzione del personaggio in questione, considerato un’icona dell’immaginario videoludico in quanto rappresentazione dei classici stereotipi che contraddistinguono il videogiocatore agli occhi del pubblico.

Jarod Nandin aveva preso la cosa con estremo senso dell’umorismo, nel suo particolare stile, diventando una celebrità come caricatura della sua stessa passione, mostrando in questo modo una grande autoironia. Non sono chiare le dinamiche della sua scomparsa ma sembra che fosse stato contagiato dal Covid-19 e che questo abbia portato a complicazioni gravi fino alla morte avvenuta nei giorni scorsi.

“Oggi, la community di Warcraft e di Blizzard in generale ha perso una delle sue anime più dolci”, ha affermato il giornalista Michele Morrow, specializzato in videogiochi e eSport. “Jarod Nandin, noto anche come JarodNWBZPWNR, era conosciuto anche per il suo celebre cosplay di Quello senza una vita Reale dall’episodio di South Park Make Love not Warcraft”.

World of Warcraft or Shadowlands

Continuate a seguirci per rimanere informati su tutte le notizie riguardanti le console e i vostri giochi preferiti, Game-experience.it è qui per voi!

Fonte: Twitter

Articoli correlati

Alex Ulino

Alex Ulino

Classe ‘94. Ancora vive la rivalità SEGA-Nintendo con molta euforia. Rimpiange i tempi del MegaDrive e del Dreamcast. I ricordi migliori sono legati a Sonic Adventure e Phantasy Star Online. Vive con la pazienza di Ryo, la velocità di Sonic. Sogna ancora un ritorno di SEGA nel mondo delle console: un Dreamcast 2.0 è quello che ci vuole in un mercato troppo piatto.

Condividi