Game Experience
LIVE

Six Days in Fallujah non può scindersi dalla questione politica che lo caratterizza

Se non conoscete Six Days in Fallujah state tranquilli perché facciamo un piccolo resoconto sul titolo, quali sono le tematiche chiavi del gioco pubblicato in futuro da Victura. Ma andiamo con ordine.

Nelle scorse settimane il pubblisher Victuria aveva dichiarato ai media del settore che Six Days in Fallujah non aveva intenzione di mandare un messaggio politico, ma la cosa non stava in piedi in quanto le tematiche affrontate nel titolo raccontano fatti di cronaca realmente accaduti come la guerra in Iraq che in molti considerano come un crimine di guerra.

E allora si è dovuto fare un passo indietro, Six Days in Fallujah non può scindersi dalla politica secondo Victura, contraddicendo in toto quanto affermato poche settimane prima. Dunque il titolo vuole raccontare gli eventi realmente accaduti di uno scontro che è ancora molto vicino alla nostra storia.

” Le storie raccontate in Six Days in Fallujah sono raccontate attraverso il gameplay e con l’utilizzo di filmati documentari con membri del serivizio come militari e anche civili. Entrambi raccontano la proprio esperienza e opinione sulla guerra in Iraq. Al momento, 26 civili iracheni e dozzine di militari hanno condiviso con noi i momenti più difficili trascorsi in quel determinato periodo di tempo e vogliamo condividere le loro storie con voi usando direttamente le loro parole”

Six days

Tali testimonianze servirebbero per fornire una visione più ampia dello scontro avvenuto attraverso l’utilizzo di diversi punti di vista. Inoltre il gioco non farà uso di armi al fosforo bianco nel gameplay, ma verranno trattate attraverso i documentari presenti nel gioco. L’intenzione è quella di condividere questi episodi e metterli in scena in una maniera più convincente che mai.

“Crediamo che i sacrifici fatti da questa generazione meritano di essere raccontati dai marine, soldati e dai civili che erano lì presenti. Speriamo che troviate il gioco, come gli eventi in esso contenuti, estremamente complessi”

Six Days in Fallujah, come detto, parla della guerra avvenuta in Iraq per la precisione racconta lo scontro urbano avvenuto tra novembre e dicembre del 2004, una battaglia a tutti gli effetti dura e cruda dove hanno visto la morte almeno 800 civili attraverso l’uso di armi talmente tanto controverse come, appunto, quelle al fosforo bianco che furono utilizzate dall’esercito USA.

Il gioco fu cancellato nel 2009 da Konami, ma Victura lo ha riesumato e vuole portarlo alla ribalta sugli schermi dei videogiocatori di tutto il mondo.

Fonte: Gamespot

Articoli correlati

Alex Ulino

Alex Ulino

Classe ‘94. Ancora vive la rivalità SEGA-Nintendo con molta euforia. Rimpiange i tempi del MegaDrive e del Dreamcast. I ricordi migliori sono legati a Sonic Adventure e Phantasy Star Online. Vive con la pazienza di Ryo, la velocità di Sonic. Sogna ancora un ritorno di SEGA nel mondo delle console: un Dreamcast 2.0 è quello che ci vuole in un mercato troppo piatto.

Condividi