Game Experience
LIVE

Red Dead Redemption 3, i recenti rumor sembrano essere fake

Lo rivela Idle Sloth.

Nelle scorse settimane si è diffusa rapidamente sul web una nuova indiscrezione che ha subito catturato le attenzioni di non pochi videogiocatori sparsi per il mondo: stando ad una presunta pagina LinkedIn di un dipendente di Rockstar Games, in quel del team di sviluppo americano sarebbero stati alle prese con lo sviluppo di Red Dead Redemption 3.

Entrando nello specifico della questione infatti, in questa pagina era possibile leggere come poco dopo l’uscita di Red Dead Redemption 2, in quel di Rockstar Games si sarebbero gettati immediatamente nello sviluppo del sequel, con questo programmatore del team di sviluppo americano che avrebbe lavorato proprio sull’IA dei veicoli per “RDR3” dal 2019.

Il noto insider Idle Sloth, piuttosto apprezzato ed affidabile quando si parla di indiscrezioni legate al mondo dei videogiochi, ha infatti pubblicato in queste ore un nuovo tweet dove è andato a scusarsi con i suoi follower per aver condiviso l’indiscrezione di cui vi abbiamo parlato poco sopra, affermando che parrebbe trattarsi semplicemente di una proverbiale fake news.

Questo vuol dire purtroppo che almeno al momento della stesura di questo articolo non è possibile scorgere sul web delle informazioni concrete circa l’esistenza, oppure meno, di Red Dead Redemption 3, con molti fan che sperano che Rockstar Games possa prima o poi rilasciare sul mercato il terzo capitolo di una delle serie più amate ed apprezzato.

In tal senso però appare decisamente difficile che questo ipotetico terzo capitolo di Red Dead Redemption possa approdare sul mercato prima di Grand Theft Auto 6, serie che ricordiamo è approdata sul mercato ormai un bel po’ di anni fa, precisamente nell’ormai lontano 17 settembre 2013 su PlayStation 3 ed Xbox 360 con Grand Theft Auto V.

Visti quanti anni sono passati quindi è logico pensare che Rockstar Games possa dare la netta priorità al rilascio del sesto capitolo di GTA, con Red Dead Redemption 3 che a quel punto sarebbe costretto ad attendere almeno qualche anno in più prima di approdare sul mercato.

Fonte: Twitter

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi