Game Experience
LIVE

Rainbow Six Siege, il caster Michael “KiXSTAr” Stockley è morto in un incidente in auto

Il famoso caster e appassionato fan di Rainbow Six Siege è venuto a mancare alla tenera età di 24 anni.

La community di Rainbow Six Siege è rimasta scioccata quando la famiglia di Michael “KiXSTAr” Stockley ha confermato la sua morte l’11 ottobre all’età di 24 anni a causa di un’incidente stradale. Per molti che hanno seguito gli eventi di eSport di Rainbow Six Siege negli ultimi anni, KiXSTAr era qualcuno di molto noto, l’ex giocatore di Rainbow Six Siege e appassionato caster di eventi eSports ha sempre fatto parte del team ospitante in tutti i grandi eventi del titolo Ubisoft negli ultimi anni.

Rainbow Six Siege

La sua prima apparizione degna di nota come caster nei tornei Rainbow Six Siege risale al 2016 durante la Stagione 3 dell’anno 1 della Pro League, che lo ha portato anche alla sua presenza al Six Invitational 2017. Di recente, KiXSTAr è apparso nel Six Mexico Major 2021 dove ha commentato la Grand Final tra Team Empire e Team One insieme a Parker “INTERRO” Mackay. Ieri, due giorni dopo la morte di Micheal Stockley, la sua famiglia ha rilasciato una dichiarazione ufficiale che conferma la sua morte inaspettata all’età di 24 anni. Potete controllare la dichiarazione qui sotto:

“Negli ultimi 20 mesi siamo stati fortunati ad avere Michael a casa con noi durante il lockdown, facendo casting e streaming dalla sua camera da letto, condividendo i pasti con noi, trascorrendo del tempo con la famiglia allargata quest’estate e permettendo a tutti noi di conoscerlo meglio. Era stato via per così tanto tempo, viaggiando per il mondo e incontrando così tanti di voi nella comunità di R6 Siege. È tornato a casa più felice e più forte, e per questo gli siamo grati. Quando ha mollato tutto per fare lo streamer in Polonia, da solo per la prima volta, alcuni di voi si sono messi d’accordo per mettere abbastanza soldi insieme per comprare un biglietto aereo per me, sua madre, per vederlo. La dimostrazione di sostegno è stata così travolgente per lui che ha interrotto la live e si è messo a piangere. A tutti voi che avete dato una mano a un giovane bisognoso, vi siamo grati. Ci sono stati momenti in cui mi ha invitato a sedermi e partecipare alle sue live. Abbiamo avuto delle belle conversazioni e ci siamo divertiti. Come pubblico molti di voi mi hanno fatto sapere che ero la benvenuta lì, e ne sono grata. Ai tornei e agli eventi abbiamo potuto vedere come fosse rispettato per il suo talento e la sua dedizione. Come genitori eravamo orgogliosi del suo duro lavoro e della sua determinazione a dare il meglio di sé a tutti voi. Lunedì 11 ottobre Michael “KiXSTAR” Stockley è deceduto inaspettatamente. Aveva così tanti piani per il futuro e non vedeva l’ora di lavorare con così tanti di voi. Michael ha lavorato duramente per risollevare la comunità di R6 Siege e, a sua volta, molti di voi hanno sollevato anche lui. Siamo grati per l’amore e il sostegno che abbiamo ricevuto da così tanti di voi. Continuate così, continuate a sollevarvi a vicenda. KIXSTAR KixMom / Carol StepDad / Thomas.”

In onore di Michael Stockley e per inviare le più sentite condoglianze alla famiglia di KiXSTAr, Ubisoft ha posticipato la giornata di gioco e la trasmissione della North American League di ieri. Dopo la dichiarazione, i caster, gli streamer, i giocatori professionisti e l’intera community di Rainbow Six Siege hanno inviato le loro condoglianze alla famiglia di Michael e gli hanno reso omaggio.

Fonte: Dualshockers

Articoli correlati

Daniele Franco

Daniele Franco

Videogiocatore incallito, fin da piccolo, appassionato di qualsiasi genere, ma in particolare GDR ed Action Adventure. Gioco principalmente sulla piattaforma verde, ma amo e rispetto tutte le piattaforme e tutti i giocatori, le tifoserie non fanno per me, giocate e divertitevi, quello è l'importante.

Condividi