Game Experience
LIVE

Pokémon Diamante Lucente e Perla Splendente: un cosplay di Lucinda tutto italiano

Nymphahri è pronta ad acchiapparla tutti!

Nei giorni scorsi Nintendo e Game Freak hanno pubblicato in tutto il mondo Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente, titoli approdati in esclusiva su Nintendo Switch che hanno ottenuto immediatamente un grande successo di pubblico grazie a vendite imponenti un po’ ovunque.

Questi remake dei due giochi approdati orami qualche anno fa su Nintendo DS sono ambientati a Sinnoh, apprezzata regione della serie di Nintendo che vede come protagonista Lucinda (Dawn in inglese), ovviamente ammesso che si scelga la versione femminile dell’alter ego digitale.

Vista l’importanza che ricopre praticamente da sempre il franchise dei Mostriciattoli Tascabili, la nota ed apprezzata cosplayer italiana Nymphahri ha deciso di realizzare e di conseguenza pubblicare un nuovo cosplay di Lucinda pronta a partire per il suo viaggio con l’obiettivo di “acchiapparli tutti!“.

Eccovi qui di seguito il cosplay della ragazza:

I remake di Diamante e Perla sono finalmente usciti! Li avete provati? Attualmente sto giocando alla versione Perla e mi sembra di essere stata letteralmente teletrasportata nel passato. La quarta generazione ha sempre avuto un posto speciale nel mio cuore, penso che se dovessi scegliere quale sia il mio gioco preferito della serie direi Platino. ️Dawn (o Hikari nella versione originale) è anche la mia pokégirl preferita, penso che la sua motivazione nel seguire e realizzare i suoi sogni sia così vicina ed aderente alla mia. Ho lavorato su questo costume da zero quando avevo solo 15/16 anni, quindi è pieno di miglioramenti da fare ma ho deciso di riprovarlo per alcune foto.

Cliccate al seguente link per leggere la nostra recensione di Pokémon Diamante Lucente e Pokémon Perla Splendente.

Fonte: Instagram

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi