NINTENDO

Nintendo: il contratto per dipendenti e publisher presenta una clausola anti Yakuza

La Casa di Kyoto ovviamente non vede di buon occhio la Yakuza.

L’accesa battaglia legale tra Apple ed Epic Games sta vivendo in questi giorni un nuovo episodio a dir poco importante, con la rete che si è letteralmente riempita di documenti riservati utili a portare avanti il processo tra le due parti. In questo articolo segnaliamo una novità emersa online proprio grazie a queste 25 pagine dei documenti di cui sopra, dove tra questi è possibile leggere come Nintendo chiede conferma che i dipendenti non facciano parte della Yakuza.

La Casa di Kyoto, a cui dobbiamo tra gli altri le storiche saghe di videogiochi quali Super Mario e The Legend of Zelda, ogni volta che assume un nuovo dipendente chiede conferma che questi non facciano parte in alcun modo della Mafia giapponese e neppure che mostrino apprezzamento nei confronti di questa associazione mafiosa del Paese del Sol Levante.

Il contratto di Nintendo cita infatti espressamente “forze anti-sociali” e “Boryokudan“, con quest’ultimo che è un termine utilizzato in Giappone sia dai media che dalle forze dell’ordine per riferirsi proprio alla tristemente celebre Yakuza. Oltre a questo, la grande N impone categoricamente ai propri sviluppatori di non fare uso di linguaggio scurrile, sia attraverso parolacce che bestemmie, oltre che proibire anche l’uso di violenza o minacce.

Nintendo impone infatti che i propri dipendenti non debbano in alcun modo “offrire vantaggi monetari a forze anti sociali“, “interferire con le attività di Nintendo diffondendo voci false, usando la frode o la forza” oppure ancora “utilizzare minacce o violenze in relazione alle transazioni“. Questo ovviamente è necessario per far sì che l’ambiente di lavoro resti pulito e piacevole per tutti.

Queste regole valgono ovviamente anche per i publisher con i quali collabora Nintendo e sì, questa vera e propria clausola anti Yakuza non riguarda in alcun modo SEGA con l’omonima celebre serie di videogiochi dedicata al sistema mafioso del Paese del Sol Levante.