NINTENDO

Quantic Dream continua il supporto a Switch ma nessun porting in vista

Dopo 12 anni di partnership con Sony che ha portato alla nascita di giochi del calibro di Heavy Rain e Detroit Become Human, Quantic Dream si è ora messa in proprio per pubblicare indipendemente. Nel corso di un’intervista a Nintendo Everything, Guillaume de Fondaumière, CEO di Quantic Dream, ha parlato della situazione e del futuro della compagnia.

“Abbiamo goduto di una grandiosa partnership con Sony dal 2006 al 2018. Sviluppare per una singola piattaforma ci ha dato la possibilità di concentrarci sull’innovazione della narrativa interattiva e tutte le tecniche, strumenti e tecnologie necessari per intrecciare perfettamente narrazione, gameplay e cinematografia. Durante lo sviluppo di Detroit: Become Human, abbiamo sentito che era tempo per il nostro studio di esplorare nuove frontiere, di raggiungere un bacino di utenza maggiore. Dopo più di due decadi di lavoro con partner publisher, sentivamo che fosse il momento di stabilire una nostra struttura editoriale e di finanziare e commercializzare i nostri titoli futuri, in modo indipendente. Infine, abbiamo deciso di aprire in gran parte il nostro capitale ai nostri dipendenti, che ora possiedono il 10% di Quantic Dream. Tutto questo combinato ci ha davvero dato una spinta. Siamo pronti a esplorare nuovi territori e ad affrontare le sfide che ci attendono, insieme, con rinnovata energia ed entusiasmo “.

Quantic Dream

Quantic Dream non è mai stato coinvolto con le piattaforme Nintendo fino ad ora. Infatti, la compagnia ha aiutato al completamento di Sea of Solitude: The Director’s Cut per Switch. Fondaumière ha quindi parlato della possibilità di rilasciare un gioco per le piattaforme Nintendo e del supporto per la grande N:

“Siamo davvero entusiasti di rilasciare il nostro primo titolo su Nintendo! Come giocatori, molti di noi si sono divertiti a giocare su console Nintendo nel corso dei decenni e quando finalmente abbiamo avuto l’opportunità di lavorare su Switch, l’abbiamo abbracciata immediatamente. Nintendo e Quantic Dream erano già in contatto in passato. In questo modo, siamo stati in grado di riconnetterci e iniziare a lavorare insieme rapidamente. Il processo è stato molto semplice. Non solo nella ricezione dei kit per consentire a Jo-Mei di iniziare a lavorare su Switch, ma anche per Quantic Dream per diventare un publisher Nintendo certificato “.

detroit-become-human Quantic Dream

Nonostante alcune delle vecchie esclusive PlayStation stiamo approdando su PC, sembra proprio che per ora non ci siano piani per dei porting per Nintendo Switch. Tuttavia, Fondaumière non ha escluso future partnership con la casa di Kyoto per lavori futuri, magari in esclusiva. Proprio come sta succedendo con Sea of Solitude: The Director’s Cut.

Fateci sapere cosa ne pensate. Credete che i lavori della compagnia ex PlayStation siano adatti per la console ibrida di Nintendo? Restate con noi per restare aggiornati sui lavori futuri di Quantic Dream.