Game Experience
LIVE

Microsoft sta valutando un nuovo approccio al diritto di riparazione di console e accessori

Microsoft starebbe considerando di migliorare l'accessibilità di riparazione autonoma dei propri prodotti hardware.

Microsoft sta riconsiderando il suo approccio al diritto alla riparazione a seguito delle pressioni degli azionisti. Come riportato da Eurogamer.net, il gruppo di difesa degli azionisti As You Sow ha presentato un rapporto a giugno esortando Microsoft ad analizzare i “benefici ambientali e sociali” di semplificare la riparazione dei dispositivi, in modo che i consumatori possano riparare i propri prodotti. Microsoft ora eseguirà il proprio studio su come aumentare l’accessibilità delle parti, e potrebbe aiutare a ridurre i rifiuti elettronici agendo entro la fine del prossimo anno.

Microsoft

In passato, alcune aziende tecnologiche sono state accusate di aver reso i loro dispositivi volutamente difficili da riparare per costringere i consumatori a pagare per costosi servizi di riparazione. Al contrario, molti clienti acquistano semplicemente dispositivi nuovi di zecca che aumentano l’impronta di carbonio della produzione e contribuiscono ai rifiuti elettronici. Sebbene Microsoft si sia impegnata ad agire, questo è solo un primo passo. Kelly McBee, la coordinatrice del programma sui rifiuti di As You Sow, ha inizialmente affermato che Microsoft “ha presentato una visione molto antagonista della riparazione”.

Tuttavia, a seguito di una risoluzione degli azionisti a giugno, l’atteggiamento di Microsoft secondo quanto riferito è cambiato. “Microsoft è tornata con diversi consulenti legali e rappresentanti in linea e ha detto: ‘Stiamo davvero cambiando il nostro ritmo su questo problema, pensiamo che questo studio sia una grande idea, lavoriamo insieme per apportare questo cambiamento'”, ha affermato McBee.

Secondo una dichiarazione di Microsoft a The Verge, tuttavia, lo studio pianificato fungerà da “guida” per il “design del prodotto e i piani per espandere le opzioni di riparazione dei dispositivi”. Non è chiaro, quindi, quanto impatto avrà questo sul movimento per il diritto alla riparazione. In ogni caso, se confermata, questa potrebbe essere una scelta piuttosto corretta e positiva da parte di Microsoft. Kyle Wiens, CEO del sito di guida alla riparazione iFixit, ha descritto la notizia come “un’enorme mossa storica” ​​su Twitter.

Fonte: Eurogamer.net

Articoli correlati

Daniele Franco

Daniele Franco

Videogiocatore incallito, fin da piccolo, appassionato di qualsiasi genere, ma in particolare GDR ed Action Adventure. Gioco principalmente sulla piattaforma verde, ma amo e rispetto tutte le piattaforme e tutti i giocatori, le tifoserie non fanno per me, giocate e divertitevi, quello è l'importante.

Condividi