Game Experience
LIVE

Microsoft Edge: Cresce la base utenti, Firefox in calo

L'erede dello sfortunato Internet Explorer comincia a farsi valere

Microsoft Edge, figlio di quel Internet Explorer che, prima di passare il testimone, era lo zimbello degli internet browser, umiliato dalla concorrenza, specie quella di Mozilla Firefox, Google Chrome e Safari, sta conoscendo un momento di spiccata crescita.

Molti utenti stanno infatti passando a Microsoft Edge, e pare che molti lo facciano abbandonando Mozilla Firefox, che al contrario risulta in calo. Questo è quanto si evince dai dati raccolti dalla società analista di mercato StatCounter. Il mercato globale di Edge pari a 8% e poco più dalle piattaforme desktop, e detiene la terza posizione, dietro Safari (10%), e quindi il leader indiscusso del settore: Google Chrome (67%).

Non è però dai dati di StatCounter che si evince una crescita di Microsoft Edge ai danni di Mozilla Firefox. Questo viene suggerito da un separato report di Windows Latest. Analizzando i dati sull’uso dei browser si nota come, nell’anno passato, la crescita del bacino d’utenza di Microsoft Edge ha sempre continuato a crescere, mentre per Mozilla Firefox invece, al contrario, è stata una continua perdita.

Se la crescita di Microsoft Edge continua a questi ritmi, probabilmente entro l’anno soppianterà Safari divenendo il secondo più grande internet browser esistente – per quanto riguarda i dispositivi desktop quantomeno. Aggiungendo mobile e tablet all’equazione, Mozilla Firefox sta ancora facendo meglio di Microsoft Edge e la crescita potrebbe richiedere più tempo per dare i suoi frutti. Anche su quelle piattaforme, tuttavia, dai report si evince come Mozilla Firefox sia comunque in perdita.

Microsoft Edge, dal padre Internet Explorer ha ereditato la fama di zimbello del settore, vedendosi considerato spesso e volentieri come un fallimento garantito nella guerra degli internet browser – è incalcolabile il numero di meme sorti attorno al defunto Internet Explorer. Tutto ciò, per Microsoft Edge, è cambiato nel 2018, quando il colosso di Redmond annunciò che avrebbe adottato l’open source Chromium.

L’obbiettivo era, come spiegò allora Microsoft: “Creare una migliore compatibilità web per i nostri clienti e una minore frammentazione del web per tutti i web developers”. Fu anche spiegato come lo scopo era farne un “contribuente di maggioranza” al progetto Chromium cosi che Microsoft Edge, ma “anche altri browser” possano avere migliori prestazioni sia su PC che su altri dispositivi. Una curiosità su Microsoft Edge: ora, proprio grazie a lui, Discord è utilizzabile anche da Xbox.

Fonte: TechRadar

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi