NOTIZIE

Mappe e Dimensioni: Da Assassin’s Creed: Valhalla a Microsoft Flight Simulator

Quali titoli offrono le mappe più grandi?

I giochi open world sono oramai una realtà ben radicata nel media videoludico e inserirvi mappe sempre più vaste e articolate è naturale e ovvio: molti giocatori amano l’esplorazione, e quali giochi ne offrono di migliore di quelli a mondo aperto? Certo è che, quando i titoli con tale feature erano ancora pochi, difficilmente si sarebbe potuto credere alle dimensioni cui sarebbero arrivate le mappe di li a pochi anni.

Rende bene questa idea un video, recentemente apparso su YouTube (dicembre 2020), che mette a paragone le dimensioni delle mappe di diversi titoli recenti, e qualcuno tra i più vasti titoli del passato. Niente di nuovo: video simili ce ne sono molti, ma questo è il più aggiornato che ci sia capitato sotto mano. Nel video si mettono a confronto mappe di titoli quali Assassin’s Creed: Valhalla, Ghost of Tsushima, Microsoft Flight Simulator e molti altri ancora (potete ammirare il filmato nel player soprastante).

L’autore del video, Dimitris Galatas VFX, lascia che il video scorra seguendo i titoli andando da quelli con le mappe più contenute (Apex Legends, Fortnite, Marvel’s Spider-Man) e prosegue digradando sulle mappe sempre più grandi, fino a raggiungere quelle di dimensioni colossali come Assassin’s Creed: Odyssey, Grand Theft Auto V e, infine, il titolo più grande prodotto nella storia recente: quel Microsoft Flight Simulator la cui mappa abbraccia l’intero globo del nostro pianeta terra.

Microsoft Flight Simulator

Il video è utile a realizzare l’ingrandimento quasi esponenziale che sta interessando le mappe dei videogiochi, con mondi sempre più vasti in cui perdersi sarebbe un gioco da ragazzi senza le mappe, la bussola e tutte le feature utili a orientarsi presenti in questo genere di giochi. Di alcune mappe la dimensione è capace di sorprendere, come nel caso di Forza Horizon 4: ben 71 chilometri quadrati di mappa che, sfrecciando a centinaia di chilometri orari a bordo di auto da sogno, scorrono sempre troppo in fretta perché ci si possa rendere ben conto delle dimensioni del lavoro svolto.