NOTIZIE

Kojima Productions: Lo studio è alla ricerca di nuovi dipendenti

Da impiegare nello sviluppo di un gioco d'azione multipiattaforma

Lo studio nipponico Kojima Productions, guidato dall’omonimo Hideo Kojima e già autore del molto discusso Death Stranding, ha aperto la caccia a nuovi talenti mediante LinkedIN che dovranno dedicarsi alla realizzazione di un gioco d’azione multipiattaforma.

La ricerca di personale richiede ai candidati tre caratteristiche chiave: la conoscenza di armi bianche, da fuoro e di veicoli; esperienza nel posizionare i nemici e nel gestire gli equilibri dei giochi action; ed esperienza nello sviluppo di programmi per server di giochi online. Queste sono le tre caratteristiche chiave per i talenti di cui Kojima Productions è a caccia. Pare inoltre che lo sviluppo in questione dovrà adattarsi tanto alle console quanto ai PC, dunque si tratta senza dubbio di un progetto multipiattaforma.

Ciò fornisce alcuni chiari dettagli su ciò su cui Hideo Kojima e il suo studio di sviluppo sono attualmente all’opera. Piccoli dettagli che, tuttavia, sono sufficienti a farsi un’idea a grandi linee di cosa aspettarsi. Un titolo action, di carattere relativamente moderno (o futuro) dal momento che si parla di armi da fuoco e veicoli, con una componente online server based. Ciò allontana ogni speranza relativa alla possibilità che Kojima Productions possa essere impegnata nella realizzazione di un nuovo Silent Hill; a meno che lo studio non stia dedicandosi a due lavori simultaneamente (uno spiraglio di speranza, dunque, permane).

Kojima Productions

Siamo comunque in una situazione tale per cui si possano sviluppare per lo più solo ipotesi di fantasia su quanto in lavorazione presso gli spazi di Kojima Productions. La cerca di talenti con le caratteristiche sopra riportate rende chiaro che, di qualsiasi cosa tratti il progetto, questo debba trovarsi ancora in una fase primordiale dello sviluppo, quindi probabilmente dovremo pazientare parecchio tempo prima di venire a sapere qualcosa di concreto al riguardo. Voi cosa ci dite? Sperate ancora nello sviluppo d’un nuovo Silent Hill, o preferite l’idea che lo studio si dedichi a un gioco per volta piuttosto che a un duplice progetto?