Game Experience
LIVE

Harry Potter: Ritorno a Hogwarts presenta un altro grossolano errore

Sono stati scambiati i due attori che hanno interpretato James ed Oliver Phelps.

Il primo gennaio 2022 i fan del maghetto più famoso del grande schermo hanno potuto gustarsi la reunion dedicata al 20° anniversario della trasposizione cinematografica, intitolata Harry Potter 20th Anniversary: ​​Return to Hogwarts, così da effettuare il proverbiale viaggio nei ricordi dove la nostalgia e la commozione hanno facilmente preso il sopravvento di buona parte degli spettatori.

Non tutto però è andato propriamente per il verso giusto, con alcuni utenti che stanno notando (e poi di conseguenza segnalando in rete) tutta una serie di errori presenti nella produzione di cui sopra. Tra questi non possiamo che citare l’ormai celeberrima gaffe che ha visto coinvolte Emma Watson ed Emma Roberts, ma in queste ore i fan hanno notato anche un altro errore presente nel programma.

Entrando nello specifico della questione infatti, James ed Oliver Phelps, attori che hanno interpretato i gemelli Fred Weasley e George Weasley all’interno della saga cinematografica di Harry Potter, hanno notato che durante la reunion chi ha montato le varie scene ha inserito in sovrimpressione dei testi in modo sbagliato, con i nomi dei due attori letteralmente invertiti.

A segnalarlo sono stati gli stessi attori attraverso un post che trovate qui sotto:

“Suppongo che dopo tutti gli scherzi nel corso degli anni, qualcuno abbia deciso di prendersi la propria vendetta. È stato fantastico essere parte delle reunion di Harry Potter. Spero che vi godiate Il Ritorno a Hogwarts.”

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, l’attesissimo Harry Potter 20th Anniversary: ​​Return to Hogwarts ha permesso agli attori più famosi della saga di libri ad opera di J.K. Rowling di potersi rincontrare dopo lo straordinario successo raggiunto ormai due decenni fa con il primo film.

Fonte: Instagram

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi