Game Experience
LIVE

Gearbox, 7 veterani di Borderlands lasciano la compagnia

Il gruppo si è dimesso "nel migliore dei modi"

Un gruppo di sviluppatori senior ha lasciato lo studio Gearbox di Borderlands.

Molti membri del gruppo, tra cui il Senior Producer Christopher Brock, il Lead Mission Designer Keith Schuler e il Direttore Artistico Scott Kester, erano tutti con Gearbox da più di un decennio.
Anche il Direttore Creativo Paul Sage, il Direttore UX Chris Strasz e il disegnatore dei personaggi Kevin Penrod hanno lasciato. Tutti hanno intenzione di lavorare insieme su un nuovo progetto indie.

Gearbox-Software-Borderlands

Secondo Axios, il gruppo stava lavorando a un progetto non annunciato in pre-produzione separato dall’imminente spin-off di Borderlands annunciato da Gearbox ovvero Tiny Tiny’s Wonderlands.

In risposta, il capo di Gearbox Randy Pitchford ha affermato che il gruppo si è dimesso “nel migliore dei modi” ma che la loro partenza “causerebbe interruzioni minime nei nostri piani attuali“. “La maggior parte della nostra attenzione in questo momento è dedicata alla rifinitura di Wonderlands“, ha concluso Pitchford, “che è sulla buona strada“.

L’ultima grande uscita di Gearbox è stata Borderlands 3, nel settembre 2019. Nel febbraio di quest’anno, lo studio è stato acquisito dalla società madre di THQ Nordic, Embracer per 363 milioni di dollari.

Embracer-Group-Gearbox

Per chi non lo sapesse, Embracer Group ha iniziato da un po’ di tempo a questa parte ad espandersi in maniera serie ed imponente, raggiungendo ben 240 IP, con 7 divisioni operative ed oltre 7000 dipendenti sparsi in tutto il mondo ad occuparsi della loro gestione, sviluppo, supervisione ecc. Con l’acquisizione di Gearbox Entertainment Company, ora la società svedese ha inglobato oltre 550 dipendenti presenti negli uffici di Frisco, Quebec City, Canada ed infine Texas.

Fonte: Eurogamer

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando è stanco, fa riposare l'anima sedendosi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerca di non classificarsi ultimo in un una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi