Game Experience
LIVE

Dead Space riprenderà alcune meccaniche dei sequel, ma non le microtransazioni

EA Motive cercherà di rinnovare l'esperienza dell'originale Dead Space portando nel remake elementi dei giochi seguenti, ma non ci saranno le microtransazioni di Dead Space 3.

L’annuncio del remake di Dead Space è stato indubbiamente la sorpresa più bella dell’EA Play Live di ieri sera, con il titolo che ha ricevuto un breve teaser, e dopo la chiusura dello studio di sviluppo originale della trilogia di Visceral Games, questo remake sarà invece gestito dal team di EA Motive. Invertendo la rotta dalla controversa inclusione delle microtransazioni del terzo capitolo, gli sviluppatori del remake di Dead Space non hanno alcuna intenzione di aggiungere microtransazioni al gioco.

Parlando con IGN prima della reveal trailer, il produttore senior Phil Ducharme ha affermato che il team di EA Motive che ha sviluppato il remake ha imparato da alcuni dei passi falsi passati del franchise e sta assicurando che con il remake non cercherà di chiedere soldi extra ai giocatori.

Parlando di come lo studio sta imparando da ciò che è venuto dopo l’originale Dead Space e trovando modi naturali per integrare alcune idee nell’originale, Ducharme ha chiarito che non aggiungeranno microtransazioni.

“Stiamo guardando cosa può essere preso e reiniettato nel primo gioco da un punto di vista futuro. Stiamo anche imparando da errori come le microtransazioni, che non avremo, ad esempio, nel nostro gioco”, ha detto Ducharme a IGN, confermando che non aggiungeranno microtransazioni all’esperienza.

Questa mossa segue quella di Respawn con Star Wars Jedi: Fallen Order, che ha chiarito prima del suo lancio che l’esperienza per giocatore singolo non avrebbe avuto microtransazioni.

Gli sviluppatori sono, ovviamente, alla ricerca di elementi di gioco dai successivi capitoli che cercheranno di riprendere in questo remake. Ducharme e Roman Campos Oriola hanno indicato esempi come le sezioni a gravità zero in Dead Space 2, e utilizzare alcuni dei progressi fatti applicandoli al remake di Dead Space. Il team sta anche cercando modi per integrare i punti di contatto narrativi delle voci successive nella storia dell’originale Dead Space.

“Per noi, la base è la storia originale di Dead Space. Quindi, per impostazione predefinita, questo è ciò che sarà canonico. Ma poi ci sono alcuni miglioramenti che vogliamo apportare a quella storia”, ha detto Campos Oriola. “E non necessariamente miglioramenti perché quelle cose non funzionavano davvero in origine, ulteriori miglioramenti a causa di ciò che è venuto dopo.”

Dead Space

Il team sta anche tenendo presente il potenziale del remake per aprire un’intera nuova generazione di fan all’originale Dead Space, ma sta anche usando il remake come un’opportunità per ampliare la base di giocatori tramite opzioni di accessibilità non presenti in precedenza.

Fonte: IGN

Articoli correlati

Daniele Franco

Daniele Franco

Videogiocatore incallito, fin da piccolo, appassionato di qualsiasi genere, ma in particolare GDR ed Action Adventure. Gioco principalmente sulla piattaforma verde, ma amo e rispetto tutte le piattaforme e tutti i giocatori, le tifoserie non fanno per me, giocate e divertitevi, quello è l'importante.

Condividi