Game Experience
LIVE

Flashback 2 si mostra al Summer Game Fest 2022

Ecco il ritorno d'un gioco vecchio di trent'anni

Flashback 2 si è mostrato in un trailer, accompagnato da una data di uscita, durante il Summer Game Fest 2022 presentato da Geoff Keighley. Il gioco, targato Microids, segna il ritorno di un personaggio videoludico la cui ultima comparsa risale a ben trent’anni fa.

Flashback 2 segna il grande ritorno d’un titolo a suo tempo estremamente avanti rispetto ai suoi tempi:

L’eroe in questione è Conrad B. Hart, e il titolo si presenta in vesti decisamente old school, ma vi basti sapere che a suo tempo, nel 1992, questa serie con le sue meccaniche e le sue animazioni seppe conquistarsi un grande pubblico nell’allora piccolo mercato videoludico, ben lontano dal mercato colossale che è oggi.

“Dopo aver sconfitto il Master Brain nel gioco precedente, Conrad e i suoi alleati dovranno affrontare una volta ancora la specie dei Morph che minaccia ogni civilità”, questo è quanto recita il sito ufficiale di Flashback 2 di Microids“Aggiungendo danno alla beffa, il miglior amico di Conrad, Ian, viene rapito di fronte a lui. Un altro sporco trucco dei Morphs? Starà a voi scoprire chi l’ha fatto e per quali ragioni”.

Allo sviluppo di Flashback 2 hanno contribuito anche i Microids Studio Lyon, guidati da Paul Cuisset. Il gioco arriverà nell’inverno 2022 su PC Windows, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|SNintendo Switch. Godetevi il filmato disponibile nel trailer sottostante e continuate a seguirci per altre notizie! Stiamo seguendo in diretta l’evento, e vi riporteremo tutte le notizie più succose il prima possibile!

Flashback 2

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi