Game Experience
LIVE

Finisce l’era Xbox One, Microsoft si concentrerà sulla produzione di Xbox Series X|S

Si è conclusa ufficialmente l'era di Xbox One.

Microsoft ha condiviso nel corso di questa giornata delle dichiarazioni piuttosto interessanti, annunciando ufficialmente di aver interrotto la produzione delle console della famiglia Xbox One alla fine del 2020, anno che ricordiamo essere passato agli archivi da pochi giorni.

La notizia, inizialmente diffusa da The Verge, arriva appena un giorno dopo che Sony Interactive Entertainment ha dichiarato che avrebbe continuato a produrre nuove unità di PlayStation 4 nel 2022 per contribuire ad alleviare la presenza di poche unità di PlayStation 5 sul mercato, ovviamente rispetto alla richiesta da parte del pubblico.

Qui sotto trovate quindi la breve dichiarazione di Cindy Walker, dichiarazione di Xbox, in merito alla conferma dello stop della predizione delle console appartenenti alla famiglia One:

“Per concentrarci sulla produzione di Xbox Series X/S, abbiamo interrotto la produzione di tutte le console Xbox One entro la fine del 2020”.

Detto questo, è interessante notare come Sony Interactive Entertainment e Microsoft stiano adottando due strategie piuttosto differenti, quantomeno nell’immediato futuro, con il colosso giapponese che ha aumentato di un milione la produzione di PS4 nel 2022, così da consentire ai clienti di acquistare una PlayStation nell’immediato futuro, mentre il colosso di Redmond ha deciso di concentrarsi esclusivamente sulle console di nuova generazione.

Ricordiamo infine come Xbox One sia stata inizialmente lanciata a novembre 2013, in bundle con il sensore Kinect. In seguito Phil Spencer ha rapidamente abbandonato la fotocamera pack-in a metà del 2014, prima dell’arrivo di Xbox One S nel 2016. L’aggiornamento più recente della console, Xbox One X, ha debuttato nel 2017. Nel 2019 è stata lanciata anche una Xbox One S completamente digitale.

Fonte: Eurogamer.net

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi