Game Experience
LIVE

Electronic Arts: microtransazioni e DLC guidano le entrate al 74% del totale

I resoconti finanziari di EA fanno ancora discutere e riaccendono polemiche sui sistemi utilizzati dall'azienda per fare soldi.

Electronic Arts ha riportato ricavi per 6,19 miliardi di dollari per l’anno fiscale del 2021 che si è concluso in aprile, segnando un incremento del 15% in confronto all’anno precedente e generando 600 milioni di dollari in più rispetto alle proiezioni della compagnia.

Comunque sia, il dato più notevole di tutti potrebbe essere quello che rappresenta l’origine della maggior parte di questi ricavi. Daniel Ahmad, analista per Niko Partners, ha rivelato che il 74% delle entrate deriverebbero dai servizi live e altre fonti, cioè in pratica dalle microtransazioni e dai DLC (espansioni di gioco a pagamento).

Soltanto il 26% dei ricavi totali di Electronic Arts verrebbero dalla vendita dei videogiochi in sé, sia in versione digitale che retail fisico.

Electronic-Arts

Ahmad, noto in rete anche come ZhugeEX, ha fatto notare che queste entrate dai servizi live sono aumentate del 28% rispetto all’anno precedente, mentre le vendite dei giochi premium sono invece scese del 10%.

Ricordiamo infatti che i franchise più grandi di EA sono proprio quei titoli che offrono al loro interno tantissime possibilità di effettuare microtransazioni, come ad esempio nella modalità di successo di FIFA chiamata Ultimate Team. Su questo la compagnia si è basata sui pacchetti di carte casuali, tipici delle loot box digitali o delle bustine di carte collezionabili fisiche.

Anche titoli come Apex Legends e The Sims 4 presentano un supporto post-lancio pieno zeppo di possibilità di effettuare acquisti in-game di varia natura nel corso del tempo. Qui sotto trovate il tweet dell’analista che abbiamo preso in considerazione per l’articolo.

Questa è soltanto una parte di quel trend dell’industria videoludica che vede l’aumento delle aspettative di ricavi più dagli acquisti in-game e dal supporto post-lancio che dalla vendita in sé dei videogiochi stessi.

Segnaliamo che anche Activision sta di recente fatturando cifre enormi grazie anche agli acquisti aggiuntivi e microtransazioni.

Fonte: twitter.com

Articoli correlati

Simone Balboni

Simone Balboni

Sono soltanto un videogiocatore pieno di passione, ho in casa solo 14 console e 3 PC, ma nessuno di questi fa girare Quake Champions. Nel frattempo mi diletto su server competitivi alla ricerca di una buona Tripla Uccisione.

Condividi