Game Experience
LIVE

Elden Ring e la cavalcatura: come sbloccarla nel Network Test

Basta seguire delle semplici operazioni.

Nel corso della giornata di ieri vi abbiamo riportato prontamente come sia scaduto l’embargo per i provati da parte della stampa specializzata del Closed Network Test di Elden Ring, versione di prova speciale che ha permesso ai redattori sparsi in tutto il mondo di poter provare in anteprima una parte della mappa del gioco che sarà acquistabile dal 25 febbraio 2021, sia su console di vecchia che nuova generazione, oltre ovviamente che anche su PC.

Questa versione di prova è caratterizzata da una buona dose di contenuti, tra i quali è impossibile non citare una delle principali novità di questa nuova opera di FromSoftware: la cavalcatura che il Senzaluce impersonato dai giocatori può utilizzare per spostarsi rapidamente per il vasto mondo di gioco, potendo inoltre dare il via a combattimenti a cavallo contro i nemici.

Ma questo spettrale cavallo non è disponibile sin da subito all’interno della Closed Network Test, con gli utenti che devono effettuare alcune operazioni per sbloccarlo e quindi di conseguenza poterlo utilizzare. Ed in questo articolo andiamo a riportarvi come poterlo sbloccare, così da non perdere tempo durante gli orari in cui verranno aperti i server di questa Beta di Elden Ring.

Entrando nello specifico della questione, per sbloccare questa cavalcatura non dovrete fare altro che esplorare un po’ le terre dell’Interregno, scovando e poi di conseguenza riposare in tre diversi siti di Grazia, l’equivalente dei falò visti nella serie di Dark Souls.

Raggiunti questi luoghi dovrete recuperare la grazia perduta, attraverso la pressione del tasto Triangolo su console PlayStation oppure Y su Xbox e quindi risposare presso queste nuove versioni degli iconici falò. Effettuato questo procedimento presso il terzo sito di grazia il gioco dà il via ad una cutscene, molto ispirata, dove appare Melina che permette al Senzaluce di potenziare le sue abilità e di poter fare uso di un cavallo.

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi