Game Experience
LIVE

Call of Duty: Warzone, il bug di una skin rende i giocatori invisibili

Un bug rende i giocatori quasi completamente invisibili

I giocatori di Call of Duty: Warzone siano informati: C’è attualmente una skin che può rendere i giocatori quasi completamente invisibili mentre la usano. La skin problematica in questione è l’abito da operatore Awoken per Francis, che viene sbloccato al livello massimo del pass di battaglia Season 1 di Warzone Pacific.

Questo bug è apparentemente presente nel gioco fin dal lancio dell’aggiornamento di Warzone Pacific a metà dicembre, ma le segnalazioni di giocatori che utilizzano la skin per scomparire (intenzionalmente o meno) sono salite alle stelle nell’ultima settimana, dato che più giocatori hanno acquisito la skin attraverso il battle pass. Simile ai problemi passati di Warzone con le skin invisibili, il bug Awoken sembra essere un errore di livello di dettaglio che fa scomparire automaticamente il corpo del personaggio quando si trova a circa 35 metri da voi, come dimostrato dallo streamer BennyCentral e altri. L’unica parte della skin Awoken che non scompare è la sua distinta maschera incandescente, il che significa che da lontano i giocatori nemici devono mirare a un bersaglio delle dimensioni molto ridotte.

Fortunatamente, il prezzo elevato della skin Awoken significa che l’exploit non è probabile che diventi così diffuso come gli exploit passati di Warzone. Sbloccare la skin al livello 100 attraverso il gioco normale richiede un enorme impegno di tempo che la maggior parte dei giocatori non ha. In alternativa, è possibile acquistare la skin, ma diventa un processo molto costoso. Non sarebbe saggio comprare la skin solo per questo exploit, però. Ormai, lo sviluppatore Raven Software è consapevole del bug dell’invisibilità e probabilmente sarà risolto in una prossima patch.

Se siete interessati, a questo link potete trovare la nostra recensione del multiplayer di Call of Duty: Warzone.

“Il multiplayer di Call of Duty: Vanguard è un concentrato di quanto più buono s’è visto negli ultimi anni. Pur non essendo totalmente innovativo, Vanguard riesce nell’intento di soddisfare sia vecchi che nuovi giocatori, proponendo mappe divertenti e stimolanti e parecchie modalità su cui spendere ore ed ore di gameplay. Forte delle stesse peculiarità tecniche viste anche nella campagna single player, Vanguard si pone sicuramente al di sopra dei suoi predecessori più recenti, anche se la community inizia a reclamare la mancanza di novità sostanziose. Il sistema anti-cheat Ricochet infine è ancora un incognita.”

Fonte: Twitter

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi