Autore: Dino Cioce

Avatar

Classe 1985, in qualità di Associate Editor si occupa del coordinamento editoriale della redazione, oltre a rivestire il ruolo di articolista e recensore. Dal 2019 ha ricoperto gli incarichi di redattore e articolista per diverse testate e portali videoludici italiani, tra cui Gamesource, IlVideogioco ed IloveVG. Ha riversato la sua passione per la fotografia anche nei videogiochi, lanciandosi nel mondo della in-game photography.

Tra chiavi inglesi e bulloni, 4J Studios ci invita ad indossare i panni di un frenetico meccanico in Manic Mechanics. Gli sviluppatori scozzesi si lanciano nella loro prima avventura come creatori di IP, dopo aver dimostrato le loro competenze con dei porting “pesanti”. Ci sono loro dietro i porting di Minecraft, Overlord: Raising Hell e The Elder Scrolls IV: Oblivion su piattaforme non di origine, a dimostrazione di affidabilità e competenza, visti i pesi dei titoli. Una volta esaurito il periodo di esclusività temporale su Nintendo Switch, questo couch co-op frenetico sbarca alla volta delle console Sony e Microsoft sino…

Continua a leggere

Da un’epoca videoludica lontana lontana, giungono tra noi due grandi classici, che hanno portato lustro al già enorme ed infinito successo di un franchise intramontabile. Parliamo di STAR WARS: Battlefront Classic Collection, una riedizione rimessa a lucido che ci fa tornare indietro di qualche annetto, precisamente 20 anni. Aspyr, tenta di riportare in auge questi due grandi classici, ma non riesce nel suo nobile intento. I troppi problemi che hanno investito il lancio del gioco hanno reso questa esperienza non in linea con le aspettative di chi, magari, lo attendeva con molta ansia. E si sa, quando le aspettative vengono…

Continua a leggere

Nell’alveo delle cuffie di fascia medio-alta, il nome delle SONY INZONE H9 non sembra per nulla sfigurare rispetto alla concorrenza. La storia del noto brand nipponico ci ricorda che, in tempi non molto sospetti, era tra i migliori nel campo dei dispositivi di riproduzione multimediale. Come dimenticare il SONY WALKMAN, che ha fatto la storia di intere generazioni di giovani diventando parte del costume societario degli anni 80 e sino ai primi anni 90. Al netto delle questioni sociali, il know-how nel settore è indiscutibile, e non a caso l’azienda ha sempre avuto a cuore – soprattuto nel mondo del…

Continua a leggere

Siamo sempre alla ricerca di soluzioni in grado di cristallizzare “l’utile” con il “dilettevole”, senza perdere nulla in qualità. La nostra esigenza trova conforto negli auricolari SONY INZONE Buds, dispositivi audio in-ear in grado di essere perfromanti sia in ambito gaming che non. Con la sua linea di prodotti il colosso giapponese ha voluto creare un contesto di utilizzo promiscuo della sua tecnologia, ampliando quei suoi orizzonti di esclusività che l’hanno vista protagonista in passato (anche piuttosto recente). Le qualità tecniche, come vedrete, sono indiscutibili, con la funzione della cancellazione del rumore che si presenta tra le migliori in circolazione.…

Continua a leggere

Fango e melma, due elementi naturali che accompagneranno le nostre sessioni di gioco a bordo di puri mostri di potenza su quattro ruote. Saber Interactive allarga la sua famiglia dei simulatori estremi dando alla luce Expeditions: A MudRunner Game. Chi ha già avuto il piacere di mettersi alla prova con i precedenti capitoli della serie, saprà già che si dovrà fare i conti, ancora una volta, con un gameplay diabolico e snervante. Scordatevi i simulatori di guida dove vince chi vede per primo la bandiera a scacchi. Il fattore “velocità” non abita in questi luoghi fangosi e melmosi. Come sempre…

Continua a leggere

La vita ai vivi, la morte ai morti. Sentierete spesso e (mal) volentieri questa frase in Banishers: Ghosts of New Eden, il motto dei purificatori di anime. Il loro compito è quello di dare la pace agli spiriti erranti, coloro che hanno smarrito la via dell’ascensione (sempre se meritata) a causa di qualche conto ancora in sospeso con le loro vite terrene. Sarà compito di Antea Duarte and Red mac Raith individuare quelli che sono i legami e la loro natura e comprendere in che modo allietare le entità ultraterrene. Colleghi e amanti, uniti nella loro missione come nella vita.…

Continua a leggere

Se pensavate di aver visto tutto, ebbene, siamo spiacenti di informarvi che non era affatto così. Le folli menti creative Ryu Ga Gotoku Studio hanno deciso di non badare a spese, con una fiera del surrealismo che raggiunge delle nuove vette storiche per la serie. Like a Dragon: Infinite Wealth è una celebrazione degli eccessi, con una valanga di contenuti extra che parcheggiano il concetto di “Storia Principale” in un angolo remoto del nostro interesse. Troppa la carne al fuoco per non essere assaggiata. La suggestiva location Hawaiana ci consente, inoltre, di diventare dei gestori di hotel, esplorando questa ennesima…

Continua a leggere

Di nuovo pronti a vestire i panni di Ellie e ri-vivere il suo dramma personale, in una avventura che ha fatto parlare molto di sé e delle tematiche affrontate. Siamo al cospetto di The Last of Us Parte 2 Remastered, una versione “rivista” del già acclamato capolavoro Naughty Dog, con a bordo degli innesti next-gen oriented e non solo. Grande attenzione è stata, infatti, rivolta al comparto grafico e accessibilità, ma anche sul fronte contenuti il piatto appare molto ricco. Ad iniziare da No Return, una modalità roguelike fruibile autonomamente, sino ad arrivare ai contenuti tagliati nell’edizione finale del gioco,…

Continua a leggere

Una terribile coppia quella tra Subcult Joint Ltd e Rogue Games Inc, che decide di chiudere il 2023 con una sorpresa che in pochi si aspettavano. Giunti al cospetto di Cookie Cutter, a quello che avevamo etichettato in partenza come “un altro metroidvania”, ci siamo trovati costretti a ricrederci. Mai una tale “costrizione” è stata così ben accetta. Tocca però, in questo preciso caso, lanciare un piccolo monito. Cookie Cutter non ha freni e viaggia senza limiti in termini di comunicazione visiva e verbale. Le tematiche vengono affrontate con una crudezza che non conosce il significato del termine “filtro”, e…

Continua a leggere

3 personaggi, 3 universi che condividono lo stesso mondo, in procinto di collassare su stesso. Una premessa stuzzicante quella di Trinity Fusion, che cavalca il trend del momento. I rumeni di Angry Mob Games, dopo le ultime fatiche di Brawlout (2018) e Toysburg (2015) cambiano genere e tentano la strada del platform di spiccata inclinazione action. Il fattore sfida è insito nella sua natura roguelike, che, con le “maledette” regole punitive, impone un respawn importante dopo ogni morte. Precisamente, si ricomincia dall’inizio del livello, perdendo tutti i potenziamenti passivi e mantenendo lo sviluppo del personaggio. La narrativa soffre il peso…

Continua a leggere