Game Experience
LIVE

YouTube ha censurato il canale Giochi Penosi, autori di GrezzoDue

Tutti i contenuti sono andati perduti, ma non si sono arresi ed è già nato il canale Giochi Corretti

Non è per tutti l’approccio trash alle cose della vita, che si parli di musica, di cinema o, come in questo caso, di videogiochi. Si, perché è dell’italianissimo e scorrettissimo studio di sviluppo Giochi Penosi, attualmente al lavoro su Grezzo2, che andiamo oggi a parlare. Lo studio che, nei giorni scorsi, ha subito una grave perdita nel momento in cui YouTube ha deciso di mettere la parola fine al canale, censurandolo e cancellandolo completamente con tutti i suoi contenuti.

Il team di Giochi Penosi però non si è arreso, ed ecco che è subito nato il nuovo canale: Giochi Corretti.

Al momento il nuovo canale include soltanto una breve clip di Sifu, giocato con una mod che sostituisce il protagonista con il calciatore Messi. Tutti i video di gameplay, dei loro giochi, e i trailer sono andati perduti, ed ecco come hanno comunicato la faccenda i ragazzi di Giochi Penosi ai loro fan:

“Sapevamo di avere i federali alle calcagna. Ieri sera stavamo lavorando al nostro nuovo gioco del calcio, quando all’improvviso degli SWAT armati fino ai denti si sono calati dal camino e hanno iniziato a sparare. Mentre i vetri schizzavano e i proiettili fischiavano (maledetti proiettili! lo sapevano che sono il nostro unico punto debole!) siamo riusciti a rifugiarci dietro a le pentole de la cucina come su Jurassic Park…”

“Purtroppo il nostro account Youtube non ce l’ha fatta, è stato brutalmente assassinato. Così, senza neanche dirci un ca**o, mandarci un’email, una sega di niente, tutti i nostri video (inclusi quelli del mio diciottesimo) sono andati perduti come lacrime nella pioggia. Chi ci conosce sà che oltre alla cazzonaggine che ci pervade, abbiamo sempre messo un sacco di cura in tutto quello che facciamo. Non abbiamo mai molestato, minacciato o vessato nessuno su Internet. Solo dal vivo!”

“Visto che non si può dire un ca**o, mai più, viviamo dentro una distopia di me**a venuta fuori da una fiction della Rai piena di co***oni, è possibile che non dureremo più a lungo da nessuna parte. Se volete rimanere in contatto con noi prima dell inevitabile, seguiteci su Twitch (dove saremo molto più attivi e dureremo pochissimo) e sul nostro nuovo canale Youtube

“Ah e comunque col ca**o che ce daremo per vinti ovviamente! anzi, sfrutteremo la cosa per avere nuovi spunti per prendere sempre più per il c*lo chi se lo merita e faremo tesoro dei bei momenti andati, continuando a creare quello che ca**o ci pare, come ca**o ci pare! Grazie a tutti per il supporto, semo stati contenti che i nostri video vi hanno fatto ride negli anni!”

Giochi Penosi

Che dire se non che, fondamentalmente, la censura è una vera rottura? Certo va anche detto che ogni piattaforma, giustamente, ha le sue linee di condotta ben chiare fin dal momento dell’apertura di un canale, quindi anche da parte dell’italianissimo team Giochi Penosi non c’è stata poi molta correttezza. Una situazione complessa, che va giudicata a mente fredda. Dal canto mio non amo molto il trash fine a se stesso, ma auguro a questo team di trovare una piattaforma dalle elastiche linee di condotta in cui gli sia permesso essere se stessi e continuare a produrre i propri “Giochi Penosi” (di nome, ma non necessariamente di fatto, ndr).

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi