XBOX

STALKER 2: nuovi possibili dettagli sul periodo di uscita e di esclusività su Xbox

In dei documenti legali sono apparse nuove informazioni circa il periodo di esclusività su Xbox di STALKER 2 e il possibile periodo di uscita.

STALKER 2, il nuovo FPS open-world di GSC Game World, verrà rilasciato in esclusiva al lancio per Xbox Series X|S e PC, ed incluso all’interno di Xbox Game Pass dal day one, tuttavia, sembra che il periodo di esclusività che non permetterà al titolo di approdare anche su Playstation da subito non sarà molto lungo.

Secondo dei documenti interni apparsi nella causa legale che vede coinvolte Epic Games ed Apple, il gioco avrà infatti un accordo di esclusività con Xbox per soli 3 mesi dal lancio, naturalmente però, come ha affermato anche lo stesso studio di sviluppo GSC Game World, non è ancora nei piani una versione Playstation 5 del titolo, per cui questo termine come sempre è semplicemente quello in cui finisce il periodo di esclusività, ciò non significa che dopo i 3 mesi verrà rilasciata una versione per altre piattaforme chiaramente, che potrebbe arrivare anche diversi mesi, se non anni dopo la scadenza di questo termine, sempre se la software house avrà intenzione di svilupparne una.

Inoltre, come si può notare, nel banner dedicato a STALKER 2 è presente anche una stimata data di rilascio, indicata con Q4 2021, che si riferisce all’ultimo trimestre di quest’anno fiscale, compreso tra ottobre e dicembre 2021. Potremmo dunque essere piuttosto vicini all’uscita di questo nuovo capitolo della serie. Anche The Gunk è presente in questi documenti, segnalato con un periodo di esclusività indefinito in perpetuità, ed un periodo di uscita indicato con Q3 2021, compreso tra luglio e settembre di quest’anno.

STALKER-2-1

Qualcosa sembra finalmente muoversi in termini di accordi third party in esclusiva al lancio sulla piattaforma Xbox, senza dimenticare anche i titoli Xbox Game Studios in uscita quest’anno, tra cui Psychonauts 2 ed Halo Infinite. Naturalmente però, vi chiediamo di prendere questi nuovi documenti trapelati con le pinze, visto che non è stato ancora confermato nulla né dai rispettivi team di sviluppo, né da Microsoft.