Game Experience
LIVE

Un secondo anno per PlayStation 5 più debole di quanto fu per PlayStation 4

Superare la crisi delle scorte è una priorità assoluta, per riportare in quota le vendite

Jim Ryan, il boss di PlayStation, ha dichiarato che il primo anno sul mercato della console si è chiuso positivamente, in termini di vendite. Lo ha detto nel corso dell’ultimo metting aziendale tenuto da Sony. Addirittura nel primo anno, nonostante quanto fosse difficile reperirla, la console ha superato in vendite il primo anno di PlayStation 4. Purtroppo per la compagnia, quando mancano le scorte prima o poi la crisi arriva, come sa ogni commerciante fin dai tempi antichi, e infatti la tendenza positiva del primo anno è divenuta negativa nel secondo, con vendite inferiori a quelle del secondo anno della vecchia generazione proprio a causa della penuria di scorte.

Ora per PlayStation è imperativo trovare una soluzione, o la situazione potrebbe aggravarsi notevolmente:

Nel corso del primo anno fiscale la console ha venduto circa 1.000 pezzi al minuto su suolo statunitense, contro le appena 6 console al minuto vendute nel medesimo periodo dell’arco di vita di PlayStation 4 – dunque se la next-gen impiegava 80 minuti a vendere 80.000 console, la old-gen impiegava 9 giorni a ottenere il medesimo risultato. Un vantaggio a dir poco impressionante. Su suolo cinese nei primi 72 giorni del primo anno fiscale la next-gen ha saputo piazzare 670.000 console in 72 settimane di tempo, la old-gen nel medesimo periodo ne piazzò solo 250.000.

Viene difficile credere che simili numeri possano rovesciarsi nel giro di un anno, eppure cosi è stato. Il prodotto, PlayStation 5, è forte di una richiesta che è quasi riduttivo definire elevatissima, ma mancano le scorte per accontentare tutti e, se non si trova una soluzione, è facile che la fetta d’utenza meno tenace potrebbe prima o poi passare alla concorrenza, oppure posticipare, se non rinunciare, all’acquisto – e per una compagnia di questa industria è fondamentale vendere tanto e vendere in fretta. Sony ha già dei piani per affrontare la situazione, ma purtroppo non si tratta di una faccenda facile da fronteggiare, dal momento che in buona parte dipende da quella stessa crisi dei semiconduttori che sta affliggendo una miriade di settori industriali legati alla tecnologia.

Perfino il primo anno, con i suoi numeri impressionanti, è stato sotto le aspettative. Effettivamente, con simili numeri di vendita per PlayStation 5 nonostante la scarsa disponibilità di scorte, possiamo solo immaginare che numeri si sarebbero registrati se ci fosse stata ampia disponibilità di console (io stesso ne avrei sicuramente una, tanto per cominciare, ndr). E voi, cosa ne pensate?

PlayStation 5
Fonte: GamingBolt

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi