Cosa potrà mai succedere quando i colori e la libertà di Forza Horizon con l’irresistibile fascino dei mattoncini più famosi al mondo? Forza Horizon 4: Lego Speed Champions ci porta in un mondo fatto di mattoncini che non rinuncia alle corse mozzafiato e, sulla falsa riga di Hot Wheels su Forza Horizon 3, ci propone un’espansione completamente fuori di testa.

Motore V8x2x2

La creatività ed il divertimento che LEGO riesce a regalare anche ai brand più cupi è assolutamente fuori discussione. Dai colossal del cinema, alle serie TV, non c’è mondo che non è stato ancora trasformato in mattoncini per il divertimento di grandi e piccoli. L’annuncio di Forza Horizon 4: Lego Speed Champions, avvenuto durante l’E3 2019 ha preceduto di qualche giorno l’uscita ufficiale della seconda espansione. Si riconferma dunque la vena creativa e la voglia di sorprendere di una Playground Games che prova a replicare il successo di Forza Horizon 3: Hot Wheels.

Le premesse per un contenuto davvero incredibile, votato alla creatività, ai colori ed al divertimento ci sono dunque tutte, andando a formare un connubio di ironia e follia davvero affascinante. Sin dalle prime sequenze di gioco è chiara l’intenzione di Playground di trasmettere quell’umorismo semplice e divertente che caratterizza i titoli LEGO e, trasformando alcune transizioni in dei simpatici siparietti riesce a strapparci un sorriso. I primi minuti di gioco a bordo di una LEGO Mini Cooper fanno da apripista a quello che può sembrare davvero un game changer. La nuova mappa è un tripudio di biomi e mattoncini che alterna ambienti costruiti completamente in LEGO ad altri che vedono degli innesti di natura “classica” a far da sfondo a vegetazione ed elementi distruttibili ispirati allo sconfinato universo dei mattoncini LEGO.

I problemi di Forza Horizon 4: Lego Speed Champions iniziano a manifestarsi dopo un paio di competizioni, la LEGO Mini Cooper inizia a starci stretta e cerchiamo qualcos’altro ma la dura verità ci colpisce come un fulmine a ciel sereno: non è possibile acquistare veicoli lego, questi sono infatti esclusivamente sbloccabili avanzando di grado e completando sfide. Un parco auto, seppur modesto, di auto trasformate in magnifiche opere di mattoncini ci avrebbe fatto sicuramente molto piacere. Forza Horizon 4: Lego Speed Champions propone purtroppo soltanto 3 veicoli ridisegnati secondo l’universo dei mattoncini, la LEGO Mini Cooper, la LEGO Ferrari F40 e la LEGO McLaren Senna. Tre nuovi vicoli per un’intera espansione che ci costringerà a ripiegare su automobili “normali” stonando tantissimo con il resto del mondo di gioco.

Dov’è il manuale di istruzioni?

Subito dopo l’introduzione, arriveremo a quella che sarà la nostra base operativa: un lotto di LEGO completamente vuoto che andrà riempito con i mattoncini guadagnati per mezzo di sfide e vittorie, accendendo così un altro sogno che presto sarà infranto. Avere la possibilità di costruire la propria casa utilizzando i mattoncini lego a nostro piacimento avrebbe infatti costituito un valore aggiunto ed una gradevolissima distrazione dalle gare, integrando le sfide più difficili con pezzi lego di rara fattura, tributando magari alcune creazioni che in passato hanno toccato il mondo dei videogiochi. La nostra casa da costruire non è invece altro che un banale pretesto per accumulare vittorie e vedere aggiungersi delle componenti completamente inutili e con le quali sarà impossibile interagire. Si entra dunque nel vivo di Forza Horizon 4: Lego Speed Champions, un totale di 270 sfide mirate a farci sbloccare più componenti possibili per la casa, dalla piscina ad un campo di calcio, da un dinosauro ad un UFO schiantato, non c’è limite alla creatività, c’è invece alla libertà. Forza Horizon 4: Lego Speed Champions si trasforma dunque nell’ennesimo ricettacolo di gare che sicuramente va a creare una forte dissonanza con le premesse folli e creative, privando il giocatore della vera magia dei LEGO fatta di costruzioni, creatività ed ispirazione.

La mappa di gioco rappresenta invece la punta di diamante dell’intera espansione, variegata, colorata e davvero ricca di attività. La mappa di Forza Horizon 4: Lego Speed Champions saprà farsi esplorare a dovere e, tra collezionabili sparsi per la mappa ed un fantastico circuito automobilistico con tanto di ovale sul quale raggiungere folli velocità tra una parabola e l’altra, non c’è davvero nulla da criticare. La varietà dei biomi ci porterà dall’ambiente urbano a quello desertico sul quale gareggiare tra le dune di sabbia che ci hanno ricordato l’Australia di Forza Horizon 3 mentre l’aggiunta di un vero complesso automobilistico si rivela una scelta vincente. Forza Horizon 4: Lego Speed Champions non riesce dunque a convincerci pienamente, colpa di un’estrema carenza di contenuti, di una formula già troppo sfruttata ma soprattutto colpa delle possibilità non sfruttate implementando un mondo immenso come quello LEGO all’interno del gioco.

Ciliegina sulla torta, al momento della stesura di questa recensione non è possibile riscattare il gioiello nascosto presente sulla mappa. Dopo aver gareggiato un bel po’ arriverà infatti la classica indiscrezione che ci porterà alla ricerca del gioiello nascosto peccato che, una volta trovato, un messaggio a schermo ci informa che l’auto non è riscattabile e che arriverà in un update futuro, una caduta di stile non da poco per un contenuto rilasciato a pochissimo tempo dal suo annuncio.

In conclusione, Forza Horizon 4: Lego Speed Champions avrebbe davvero potuto chiudere l’eccellente corsa di Forza Horizon 4 in grande stile, un’occasione sprecata a causa forse della fretta di dedicarsi ad altro ma che ci lascia con l’amaro in bocca a raccogliere i cocci dei nostri sogni infranti.

PRO:

  • Tutta l’adrenalina di Forza Horizon 4
  • Una mappa davvero variegata e ricca di sorprese
  • Le auto in versione LEGO sono davvero spettacolari…

CONTRO:

  • …ma sono soltanto tre
  • Formula già abusata
  • Povero di contenuti
  • Le sfide sono estremamente facili ma altrettanto numerose
  • Un’occasione sprecata

Voto Finale: 6

Commenti