Game Experience
LIVE

L’interesse per Halo Infinite supera Call of Duty: Vanguard e Battlefield 2042

L'interesse verso il nuovo capitolo di Halo supera quello per il nuovo COD e Battlefield.

Halo Infinite è senza alcun dubbio uno dei giochi più attesi di questo 2021, cosa questa che è stata dimostrata ampiamente anche da un nuovo grafico che ha analizzato i dati di ricerca degli utenti sul web. Stando a questa nuova ricerca quindi, segnalata prontamente dal noto portale online Forbes, il nuovo capitolo della serie con protagonista Master Chief è risultato essere più atteso rispetto ai rivali delle festività natalizie come Call of Duty: Vanguard e Battlefield 2042.

Il grafico di cui vi abbiamo parlato poco sopra mostra infatti quanto rumore siano riusciti a generare i test tecnici di prova di Infinite, evidenziando come nonostante la data di uscita del nuovo titolo Halo sia più lontana (8 dicembre) rispetto a quella di Call of Duty (5 novembre) e di Battlefield (19 novembre), il nuovo titolo targato 343 Industries sia risultato essere più atteso da parte del pubblico.

Il grafico mostra infatti dei grossi picchi di interesse durante i fine settimana che hanno accolto i test tecnici, ma anche al di fuori di questo, nonostante sia un’esclusiva Xbox e PC, l’interesse per Halo Infinite è generalmente rimasta forte per tutto questo tempo, e sembra addirittura desitinata ad aumentare nel tempo.

Parlando della concorrenza quindi, Battlefield 2042 ha accolto la sua Beta quest’oggi, 6 ottobre, mentre Call of Duty: Vanguard ha già avuto le sue beta a settembre in cui è stato possibile vedere piccoli salti, ma niente di simile a quello che ha ottenuto Halo. E tienete inoltre presente che Vanguard esce tra un mese e che l’interesse sta calando sia sotto ad Halo che a Battlefield.

Il redattore di Forbes afferma inoltre che quest’incredibile attesa dei fan verso Halo Infinite potrebbe dipendere dal fatto che, a differenza di Call of Duty, non esce un gioco di Halo ogni anno. Difatti è bene ricordare come Infinite sia nello specifico il primo nuovo gioco della storica ed apprezzata serie ad approdare sul mercato dal 2015, quando è stato rilasciato Halo 5, cosa questo lo rende più di un “evento“. Aiuta anche il fatto che dopo il disastroso evento reveal dello scorso anno, il rinvio di un anno sembra aver consegnato un Infinite molto più raffinato.

Vedremo come tutto questo si risolverà alla fine, con Call of Duty e Battlefield che essendo multipiattaforma potranno comunque contare anche su oltre 130 milioni di PS4 e PS5, a differenza di Halo Infinite ovviamente.

Fonte: Forbes

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi