Game Experience
LIVE

Horizon Forbidden West, la statua di Aloy alla Milan Games Week

A febbraio era stata esposta a Firenze

Lo scorso febbraio, in occasione del lancio di Horizon Forbidden West, una delle trovate di marketing di PlayStation Italia era stata una statua di Aloy. Dal 17 al 27 febbraio, nella piazza Madonna della Neve nel Complesso delle Murate a Firenze era stata esposta questa particolare riproduzione dell’eroina del gioco. Oltre alla promozione del secondo capitolo, la statua voleva omaggiare tutte le donne che in passato che hanno contribuito a rendere migliore l’Italia in diversi campi.

Con un post sul profilo Instagram ufficiale di PlayStation Italia scopriamo che la statua di Aloy tornerà a disposizione dei fan a caccia di un’opera artistica molto particolare, o anche solo di un selfie da incorniciare. L’occasione sarà la Milan Games Week 2022, prevista per questo fine settimana, dal 25 al 27 novembre, ovviamente al polo Fiera Milano Rho.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da PlayStation Italia (@playstationit)

Coraggio, tenacia e intraprendenza: i valori che Aloy rappresenta sono senza tempo, recita il post su Instagram. Vieni a trovarla a #milangamesweek2022 nel padiglione 16 e scattati una foto con #AloyThePlaceholder per celebrare tutte le donne della storia che meriterebbero una statua ma non ne hanno una.

Horizon Forbidden West: Aloy simbolo della tenacia femminile

La storia di Aloy ci racconta la capacità, da parte dell’industria videoludica, di trasportare nella dimensione del videogioco storie e temi universali, mettendo al centro il giocatore, e permettendogli di vivere e giocare storie profonde e articolate, vestire i panni di personaggi incredibilmente sfaccettati, senza perdere mai di vista l’opportunità di sognare», aveva dichiarato Marco Saletta, General Manager Sony Interactive Entertainment Italia, in occasione della prima esposizione di Aloy a Firenze. «Un modello di riferimento straordinariamente stimolante per le giovani generazioni e uno sguardo su un futuro possibile, stavolta non solo per il contesto videoludico.

Sulla base della statua, una targhetta recita “Un’icona di coraggio, tenacia e intraprendenza tiene il posto a tutte le donne della storia che hanno condiviso questi valori e meriterebbero una statua”. Se avete perso l’occasione di vedere e fotografare la riproduzione di Aloy da Horizon Forbidden West a febbraio e sarete in visita alla Milan Games Week, ora sapete dove andare.

Horizon-Forbidden-West-ALOY-FIRENZE

Articoli correlati

Jury Livorati

Jury Livorati

Sono un eterno bambino e vivo diviso tra tre grandi passioni: la scrittura, i videogiochi e la cucina. Autore di diversi romanzi, ho trovato la giusta fusione tra scrittura e gaming nell'attività di collaborazione con siti dedicati ai videogames. Non sopporto la console war e il clickbait selvaggio, adoro i giochi a forte componente emozionale e gli indie.

Condividi