L’arrivo di Grand Theft Auto VI potrebbe non essere così lontano, come dichiarato dal CEO di Take-Two, Strauss Zelnick. Zelnick ha riferito, infatti, di voler puntare a una riduzione dei tempi per i cicli di sviluppo dei giochi, senza però andare a snaturare la natura della compagnia stessa.

Questa nuova visione deriva dalla volontà della compagnia di avere “la capacità di mantenere l’attenzione dei giocatori in maniera continuativa su periodi di tempo più lunghi e ciò dovrà avvenire con contenuti aggiuntivi o piattaforme multiplayer per creare giochi più snelli dal punto di vista dei contenuti iniziali, cosa che si riflette in tempi di sviluppo più brevi.

“Otto anni sono probabilmente troppi”, ha detto Zelnick nell’intervista pubblicata da GamesIndustry.biz, riguardo l’attesa che ha separato Red Dead Redemption 2 dal suo predecessore.

L’obiettivo non è rendere le serie a cadenza annuale, ma di snellire il processo di sviluppo cercando di ridurre i cicli lunghissimi che sono ora caratteristica delle produzioni Rockstar. L’obiettivo è di inserire contenuti post lancio per garantire la longevità a prescindere dalla durata di base dei giochi, cosa che potrebbe riflettersi in uscite più ravvicinate, magari a partire da GTA VI. Che ne pensate di questa nuova possibilità e del rumor su una possibile uscita in esclusiva temporale su PlayStation 5 ?

Commenti