Nei giorni scorsi Jarvis, membro del FaZe Clan di Fortnite, è stato bannato a vita da Epic Games per aver utilizzato gli ormai tristemente celebri Aimbot, cheat che aiuta a mirare nel gioco.

Il giocatore si è però giustificato affermando di non averli mai utilizzati nelle competizioni ufficiale e neppure con il proprio account principale ma esclusivamente con un suo account secondario.

A questo punto però visto il pugno di ferro di Epic Games è intervenuto il FaZe Clan di Fortnite chiedendo una “punizione” più leggera per Jarvis.

La madre del ragazzo ha comunque dichiarato che suo figlio ha preso davvero molto male il ban, con Ninja che ha voluto far sentire la sua vicinanza al “collega”.

Vi ricordiamo infine che Fortnite è disponibile su PS4, Xbox One, PC, Nintendo Switch e dispositivi mobile.

Commenti