Game Experience
LIVE

Tifa di Final Fantasy compare in un video per adulti durante un convegno del Senato italiano

Quest'oggi è andato in scena un'incidente piuttosto imbarazzante per il Senato italiano.

In questa giornata di metà Gennaio 2022 sono andate in scena alcune cose piuttosto interessanti, dove tra queste è impossibile non segnalare l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft, oltre ad un video porno di Final Fantasy VII Remake andato in scena durante un convegno online del Senato italiano… e no, non stiamo scherzando!

Entrando nello specifico della questione, alle ore 15:30 di questa giornata del 18 gennaio 2022, durante la “Pubblica Amministrazione trasparente” andata in scena su Zoom, un gruppo di hacker è riuscito a pubblicare un video porno della settima Fantasia Finale, filmato questo dove è stato possibile vedere Cloud e Tifa amoreggiare in modo abbastanza deciso.

Stando alle dichiarazioni dei presenti, questo filmato a luci rosse dedicato all’opera di Square Enix (ovviamente si tratta di materiale contraddistinto da una natura fan made e non ufficiale) è stato visto anche da Giorgio Parisi, premio Nobel per la fisica, con questo spezzone di video dalla durata di circa mezzo minuto che ha causato un profondo imbarazzo nei presenti.

Final-Fantasy-VII-Remake-Tifa

Ad aggravare il tutto è stato anche l’audio “ansimante” da parte di Cloud e Tifa che ha continuato ad imporsi sulla scena per alcuni secondi dopo la pronta rimozione del video da parte dei gestori dell’evento.

Grazie all’ANSA è possibile leggere le seguenti dichiarazioni della senatrice del Movimento 5 Stelle, Maria Laura Mantovani:

“Dopo mezz’ora dall’inizio, alle 15.30 circa, alcune persone, entrate nella riunione con nomi probabilmente fasulli, hanno condiviso lo schermo. E per meno di un minuto si sono viste scene di sesso tra un uomo e una donna in forma stilizzata e senza i volti, probabilmente era un manga o un cartone animato”.

Questo filmato è stato trasmesso contemporaneamente anche dalla Senato TV, con Mantovani che è convinta che il colpevole del misfatto sia un gruppo di utenti che è riuscito ad infiltrarsi nella riunione Zoom utilizzando nomi fasulli. Il fastidioso incidente è stato denunciato alla Polizia Postale.

Fonte: ANSA

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi