Game Experience
LIVE

Fallout, Bethesda ed Obsidian, Chris Avellone è un fiume in piena!

Chris Avellone ha espresso la sua opinione al riguardo

I videogiochi post-apocalittici hanno sempre soddisfatto i desideri visionari di moltissimi giocatori. La serie Fallout in particolare ha dominato il genere post-bellico nel corso dei decenni con i vari titoli che sono riusciti a catturare perfettamente lo scenario del dopo guerra nucleare, trasformando la maggior parte delle puntate in esperienze coinvolgenti.

Al giorno d’oggi, i titoli classici di Fallout sono considerati come residui nostalgici dei giochi con cui molti sono cresciuti. Anche se i tempi d’oro della serie sono ormai lontani, il franchise ha sperimentato la formula classica, con il risultato di un titolo poco convincente, Fallout 76.

Molte menti creative hanno contribuito a creare questi titoli geniali; Chris Avellone è una di queste. Il designer di videogiochi e scrittore di fumetti ha lavorato per Interplay Entertainment e Obsidian Entertainment ed è meglio conosciuto per il suo lavoro sulla serie Fallout e Planescape: Torment.

Chris Avellone ha lavorato come designer di videogiochi per Fallout 2 e come scrittore per Fallout: New Vegas. Recentemente ha risposto a molte domande che hanno turbato l’intelletto dei giocatori di Fallout nel suo blog.

Tra le altre cose, Chris Avellone ha affrontato la domanda sul futuro del franchise di Fallout. Interrogato sul futuro di New Vegas 2, ha detto:

“Niente. Tranne che probabilmente non si chiamerebbe “New Vegas 2″. Penso che qualsiasi gioco del genere richiederebbe il supporto di Bethesda, anche se Microsoft li possiede. So che la gente presume che Phil Spencer potrebbe forzare Bethesda a fare qualcosa; questo non è il modello degli studios che Microsoft ha acquisito.”

È interessante notare che il supporto di Bethesda Softworks potrebbe essere richiesto anche se è sotto l’ombrello di Microsoft.

fallout-new-vegas-2

La gestione della serie Fallout

Inoltre, il designer ha discusso vari punti chiave critici nel suo blog. Gli è stato chiesto come Bethesda Softworks ha gestito la serie, a cui ha risposto:

“Se non altro, l’hanno tenuta in vita e poi hanno aggiunto un livello di esplorazione open-world molto più profondo di qualsiasi cosa fossimo stati in grado di fare alla Interplay.”

Inoltre, il reparto marketing di Bethesda ha avuto una spinta molto più forte di qualsiasi cosa Interplay avrebbe potuto fare e probabilmente ha aiutato il brand ad entrare nel mainstream più di quanto Interplay avrebbe mai potuto fare. C’è un motivo per cui vedrete le magliette di Fallout da Target, e questo da solo è un grande risultato (che siate d’accordo o meno sul fatto che sia un risultato)”.

Inoltre, ha dichiarato che presto aggiornerà il blog, lo categorizzerà e risponderà ad altre domande. Quindi, potrebbe valere la pena tenerlo d’occhio. Chris è disponibile a ulteriori domande, che si possono fare nella sezione commenti del blog o sul suo account Twitter.

Fonte: ChrisAvellone

Articoli correlati

Oskar Heise

Oskar Heise

Amante di esperienze Singleplayer, indipendentemente dal genere di appartenenza. Quando sono stanco, faccio riposare l'anima sedendomi affianco a falò provenienti dal Giappone o cerco di non classificarmi ultimo in una partita online. Allergico a qualsiasi forma di console war.

Condividi