Game Experience
LIVE

Destiny 2 Stagione dei Tormentati: la guida completa al farming

La Stagione dei Tormentati, la diciassettesima di Destiny 2, è qui e riporta i giocatori sul tanto amato Leviatano. L’enorme nave divoratrice di pianeti, che è stata l’ambientazione del primo raid di Destiny 2 e di molte altre attività in game, è il setting di buona parte dei contenuti stagionali disponibili. Con questo aggiornamento è arrivata anche rielaborazione 3.0 della classe Solare e un nuovo dungeon (già incluso per chi ha acquistato la deluxe edition della Regina dei Sussurri altrimenti disponibile separatamente) e una serie infinita di nuove armi e armature.

Destiny 2

Ritorno al Leviatano della stagione dei Tormentati

Prima di Oltre la Luce, il Leviatano e il suo proprietario, l’imperatore Calus dei Cabal, fuggirono dall’orbita di Nessus e dal nostro sistema solare. Ora la nave è tornata e si trova nell’orbita della Luna dove (vista la nuova alleanza tra Calus e l’Oscurità) vuole impossessarsi della Piramide dormiente che abbiamo esplorato in Ombre dal Profondo. La nave ora è ricoperta di masse fungine simili a quelle che si trovavano sulla Glicone e fanno i loro ritorno le spore Eggregora. Per passare attraverso determinate barriere, infatti, dovrete sparare a queste spore per ricevere un buff che impedirà alla barriera di bloccarvi.

Destiny 2

Preparatevi a esplorare questa nuova location in lungo e in largo perché è piena di forzieri, nemici speciali e dei nuovi Forzieri Opulenti. Come ricompensa per il completamento di varie attività, infatti, riceverete delle chiavi opulente che, se esaminate nel vostro inventario, riveleranno l’ubicazione dello specifico forziere che aprono e che vi garantirà le nuove armi stagionali. Il mio consiglio è di andare a cercare il forziere corrispondente appena ricevete la chiave perché se ne può conservare solo una alla volta e più tempo la tenete più occasioni di drop futuri vi brucerete.

Come farmare la nuova attività Contenimento Incubi

La nuova stagione prevede due nuove attività, un evento pubblico e una missione settimanale. Il primo si chiama “Contenimento Incubi” ed è un’evento gratuito per tutti i giocatori che si svolge, a rotazione, nei tre grandi ambienti del Leviatano. Per farlo partire selezionate nella destinazione della Luna il nuovo Leviatano, atterrete in un’arena dove, se non è già in corso, sta per partire la prima ondata di Contenimento Incubi. Il funzionamento è molto semplice: uccidete i nemici, eliminate i boss resistenti con la vita gialla e depositate nella mietitrice (l’oggetto con cui interagite per far partire l’encounter) le sfere rosse che lasciano cadere.

L’evento è a tre livelli con l’ultimo che spawnerà un boss finale diverso ogni settimana. Ogni livello è a tempo e per completarlo dovrete uccidere tutti i boss. Nel caso non ci riusciate non temete, se il countdown arriva a zero non fallirete l’evento ma perderete solo la cassa di munizioni pesanti che compare alla fine di ogni fase. Se vedete un minion (quelli con la vita rossa) che emana lo stesso bagliore degli incubi uccidetelo, dropperà una sfera di essenza instabile che vi farà fare il doppio dei danni ai boss.

Destiny 2

Dopo aver battuto il boss finale potrete decidere se spendere 500 unità della nuova valuta stagionale, le Vestigia del Terrore, per aprire una cassa con equipaggiamento stagionale bonus. Le Vestigia del terrore si ottengono sconfiggendo gli incubi, completando le pattuglie, raccogliendo l’Eggregora pietrificata (immaginatela come una risorse planetaria) e aprendo i forzieri opulenti. Tra un evento e l’altro, avete la possibilità di esplorare quella particolare area del Leviatano. Equipaggiate uno spettro con la modifica “Rileva tutto” e potrete vedere i forzieri nascosti che compaiono solo in questo momento anche attraverso i muri. Per aprire le stanze che li contengono dovrete attivare una leva poco distante e, una volta aperto il forziere, riceverete dell’equipaggiamento blu e 30 essenze di terrore.

L’altra attivita, Recisione, è disponibile solo per chi acquista la stagione e si svolge all’interno del ventre del Leviatano. I giocatori dovranno tagliare il legame che alcuni personaggi principali (la prima settimana è il Corvo) hanno con i loro incubi per toglierli dal controllo di Calus e recidere il legame che l’ex imperatore vuole creare con l’oscurità.

Le nuove armi in arrivo con La stagione dei Tormentati

In termini di bottino, l’arma da fianco esotica ad arco Trasgressore è tornata da Destiny 1 ed è ottenibile tramite il season pass (al livello 1 per chi acquista la stagione, al livello 35 per gli altri) con tanto di catalizzatore che si sblocca tramite una quest dell’armaiolo. Ci sono sei nuove armi stagionali (un fucile laser, un lanciarazzi, un fucile a pompa, un fucile d’assalto, un fucile da ricognizione e un bellissimo falcione) e quattro armi che ritornano dall’attività Serraglio della Stagione dell’Opulenza tra cui il fucile da cecchino Amato, terrore del crogiolo: sono tutte craftabili una volte completate 5 risonanze della vista profonda. Piccola nota a margine: tenete d’occhio tutte quelle attività che vi danno i Residui di Oscurità: questa risorsa è il pilastro per sbloccare gli aggiornamenti stagionali della Corona del Tormento che vi permetteranno di avere più ricompense ad ogni completamento delle attività.

Destiny 2

Gli altri aggiornamenti della Stagione dei Tormentati

La Stagione dei Tormentati vedrà anche alcuni aggiornamenti alle attività delle playlist e agli eventi. Le Prove di Osiride avranno nuovo loot (un nuovo set di armatura, un’arma da supporto e un fucile a fusione) e Lo Stendardo di Ferro è stato completamente reworkato con una nuova modalità (rift) un nuovo sistema di reputazione simile a quello di Saint-14 e un nuovo sigillo da completare e dorare. Infine, il Solstizio degli Eroi, l’evento estivo, subirà alcuni cambiamenti drastici nella sua gestione grazie al nuovo sistema delle Carte Evento che permettono di arricchire l’esperienza con nuovi cosmetici e nuove sfide. La stagione dei Tormentati è iniziata il 24 maggio e andrà avanti fino al 23 agosto.

Articoli correlati

Condividi