NOTIZIE

Call of Duty Warzone: Activision ha fatto sospendere l’account Twitter di un giornalista per violazione di copyright

Sospeso da Activision l'account Twitter di un giornalista per aver pubblicato immagini di Warzone protette da copyright

Activision sta cercando di limitare il più possibile le fughe di notizie relative a Call of Duty: Warzone, sia per evitare che i giocatori vengano a conoscenza di troppi dettagli sulle novità prima della loro uscita sia per l’utilizzo di elementi protetti da copyright. Ebbene per questo motivo, durante la giornata di ieri, Activision ha fatto bloccare l’account Twitter del giornalista Andy Robinson, che sul sull’account Twitter del sito Web Video Games Chronicle aveva condiviso un video relativo alla nuova mappa del battle-royale. Oltre ad essere stato bloccato l’accout Twitter di Robinson di conseguenza è stato sospeso momentaneamente anche l’account della testata giornalistica VGC.

La politica di Twitter riguardo l’utilizzo di elementi protetti da copyright suggerisce che “risponderà a segnalazioni di presunta violazione del copyright, come accuse riguardanti l’uso non autorizzato di un’immagine protetta da copyright come foto del profilo o di intestazione, accuse riguardanti l’uso non autorizzato di un video o un’immagine protetta da copyright caricata tramite i nostri servizi di hosting multimediale, o Tweet contenenti link a materiali in presunta violazione “. Nonostante questo però entrambi gli account potranno essere sbloccati in seguito ad aver letto e accettato le regole sul copyright di Twitter.

Robinson ha affermato in una dichiarazione successiva alla rivista IGN che non si trattava di materiale con copyright e che si trattava di elementi già esistenti nel gioco. Infatti l’immagine nel tweet di VGC sembrava essere uno screenshot della missione ‘Ashes to Ashes’ della campagna di Black Ops Cold War. Come riportato inoltre il leak del video postato sul sito VGC sarebbe ancora visionabile su YouTube, TikTok e Reddit. Robinson ha comunque dichiarato che si è messo in contatto con Activision per spiegare la situazione e la società ha promesso di agire per risolvere la situazione.

Ricordiamo che Call fo Duty: Warzone è disponibile gratuitamente per PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X/S e PC.

Call of Duty®: Warzone | Best Free Battle Royale Game