NOTIZIE

Battlefield 2042: Sarà presente una terza modalità chiamata Battlefield Hub?

Si ipotizza che dovrebbe includere le mappe classiche dei capitoli passati

Di Battlefield 2042 si sa ancora molto molto poco, al di la di quanto mostrato nel corso dell’E3 2021 a seguito della riuscita pubblicazione prima di un emozionante teaser trailer e quindi delle prime sequenze di gameplay. Si vocifera infatti che il gioco potrebbe includere una terza modalità, ancora non svelata ufficialmente, tale modalità dovrebbe rispondere al nome di Battlefield Hub e, stando alle voci in circolo, dovrebbe focalizzarsi su delle versioni rimasterizzate delle più classiche tra le mappe dei capitoli precedenti della serie.

Battlefield 2042_

Al momento tutto ciò è frutto di voci di corridoio prive di salde fondamenta, quindi come di consueto v’invitiamo a prendere tutto ciò con la dovuta dose di scetticismo: si tratta di fatti che potrebbero concretizzarsi in realtà o che al contrario potrebbero sfumare nel nulla. Una possibilità, prima che una verità o una menzogna, almeno fintanto che EA o DICE non decideranno di rilasciare comunicazioni ufficiali a riguardo. Al momento tutto ciò che si sa di Battlefield 2042 è che includerà due modalità: Conquista, la modalità più massiva, che metterà sul campo fino a 128 giocatori impegnati a farsi la guerra, e la più narrativa modalità Sfondamento.

In passato tuttavia si è parlato anche di una terza modalità, in via di sviluppo presso DICE LA, che gli sviluppatori hanno definito alla stregua di “una lettera d’amore per i fan di Battlefield”. I dettagli su questa modalità sono tutt’ora ignoti, si sa soltanto che esiste, e quindi viene da chiedersi se proprio questa modalità sia Battlefield Hub: avrebbe senso, dal punto di vista della “lettera d’amore”, che la terza modalità si concetri sul riproporre le mappe più amate dal passato della serie (secondo l’insider Tom Henderson con supporto a 128 giocatori). Restiamo dunque in trepidante attesa di maggiori dettagli da parte del team di sviluppo o del publisher: il lancio del gioco non è poi cosi lontano, dunque ulteriori informazioni debbono essere a distanza, al massimo, di qualche manciata di settimane.