NOTIZIE

Avatar: Frontiers of Pandora godrà del Ray Tracing e di un comparto tecnico next-gen

Il nuovo video diario si concentra sul comparto tecnico del gioco.

Nel corso dell’E3 2021 Ubisoft ha annunciato totalmente a sorpresa Avatar: Frontiers of Pandora, titolo in arrivo nel corso del 2022 su console e PC. L’annuncio di questo nuovo gioco è avvenuto attraverso uno spettacolare trailer di presentazione, filmato questo che ha mostrato un comparto tecnico decisamente di nuova generazione.

Ebbene in queste ore il colosso francese ha condiviso alcuni nuovi dettagli circa questo nuovo, interessante e promettente progetto, affermando che Frontiers of Pandora potrà fare uso anche sul ray tracing, nuovo sistema d’illuminazione globale che andrà gestire nel gioco in modo ottimale e veritiero tutte le fonti di luce e come queste si comportano poi con i vari materiali presenti sulla scena.

Ubisoft ha poi svelato nel corso di questo nuovo video diario che hanno intenzione di fare il massimo per rendere al meglio una trasposizione videoludica di un franchise così tanto importante per la cultura pop moderna, con i giocatori che potranno vivere le avventure presenti in Avatar: Frontiers of Pandora utilizzando una visuale in prima persona, così da immergersi pienamente nei panni di un Na’vi intento ad esplorare e a salvare la splendida ed affascinante Pandora.

Il gioco presenterà quindi anche un nuovo sistema next gen dedicato alle nuvole volumetriche, con il ray tracing che andrà a lavorare in modo ottimale sulla tantissima vegetazione presente in questo colorato e vasto mondo di gioco, filtrando in modo differente sulle varie tipologie di fogliame presenti in Frontiers of Pandora.

Guarda tutti gli ultimi aggiornamenti apportati al motore di gioco Snowdrop e scopri come sfrutta al massimo la nuova generazione di hardware per ricreare il suggestivo mondo di Pandora all’interno di una immersiva esperienza open world.

Vi ricordiamo infine che Avatar: Frontiers of Pandora approderà nel corso del prossimo anno in esclusiva su console di nuova generazione, PC e servizi di cloud gaming, nello specifico PlayStation 5, Xbox Series X, Xbox Series S, PC, Google Stadia ed Amazon Luna.