Come abbiamo riportato pochi giorni fa, Microsoft sembra essere in procinto di lanciare sul mercato una versione della sua console di attuale generazione senza il lettore dei dischi, chiamata Xbox One S All-Digital Edition.

Questo al fine di offrire una console ancora più economica e in grado di spingere maggiormente su servizi come Xbox Game Pass, EA Access e anche l’atteso Project xCloud.

Ebbene, secondo l’esperienza e il parere di un redattore di Windows Central, questa mossa da parte della compagnia americana potrebbe dimostrarsi ottima e particolarmente conveniente, ma non sempre.

Secondo Matt Brown, infatti, oltre ai vantaggi positivi del prezzo della console base e della comodità di avere tutti i propri giochi in digitale senza dover occupare troppo spazio per custodie e perdere tempo e pazienza a togliere e rimettere dischi, ci sarebbe anche uno svantaggio.

Questo svantaggio non sarebbe soltanto, e ovviamente, la sensazione di “possedere” il videogioco e il fatto di poterli collezionare e sfoggiarli, ma sarebbe anche un problema di tipo economico. Secondo il redattore, infatti, i videogiochi in versione digitale dello Store sarebbero soggetti a riduzioni del prezzo di listino e sconti decisamente minori e a volte anche inesistenti rispetto alle versione retail provenienti da vari rivenditori.

Questo sarebbe il prezzo nascosto da pagare per giocare su questa particolare console senza lettore disco chiamata Xbox One S All-Digital Edition, che secondo le voci sarà disponibile all’acquisto a partire da Maggio 2019.

Nonostante ciò, Brown è molto fiducioso su questa nuova versione della console, come anche il portale Venture Beat, essendo lui stesso passato completamente al digitale già da anni.

Voi cosa ne pensate di queste considerazioni? Per maggiori informazioni su questa piattaforma potete dirigervi a questo nostro articolo.


Commenti