Come ormai è stato già annunciato da tempo, Microsoft lancerà un servizio di gioco in streaming chiamato Project xCloud, il quale utilizzera come dice il nome stesso le tecnologie del cloud per migliorare la qualità e ridurre la latenza dei comandi.

Inoltre, la compagnia americana vorrebbe portare il servizio praticamente su qualsiasi dispositivo, indipendentemente dal produttore della piattaforma in questione o dalle sue caratteristiche tecniche.

Ebbene, in molti hanno iniziato a sospettare che il colosso di Redmond volesse eliminare per sempre le console tradizionali, ma non sarà affatto così, in quanto Microsoft ha dichiarato nuovamente che le console Xbox con il tipo di hardware così come le conosciamo continueranno ad esistere ancora.

Stando a quanto riportato direttamente dal sito Xbox Wire, la tecnologia in questione dovrebbe affiancare le console tradizionali come le abbiamo sempre conosciute, e non sostituirle. Il gioco in streaming, dunque, verrà utilizzato dalla software house al fine di espandere i confini del gaming e permettere a più persone possibile di usufruire dei videogiochi in maniera sempre più accessibile.

Nonostante ciò, alcuni dei rumor più vociferati e insistenti dell’ultimo periodo vedono la prossima console di casa Microsoft, che chiameremo Xbox Scarlett, uscire in due versioni distinte, una economica dedicata al gioco in streaming e una più costosa dall’hardware tradizionale.

Ricordiamo che, sempre nel corso dell’ultima puntata di Xbox Inside, Microsoft ha dichiarato che il servizio arriverà nelle sue prime versioni di test nel corso della seconda metà del 2019.

Cosa ne pensate di questo Project xCloud?

Commenti