Game Experience
LIVE

PlayStation Studios: Hermen Hulst chiarisce l’approccio ai porting PC

Sony guarda con interesse al mondo PC, ma il focus resta su PS4 e PS5.

Quest’oggi è stata una giornata a dir poco movimentata per tutti i fan dei videogiochi, difatti dopo che Sony Interactive Entertainment e Santa Monica Studios hanno annunciato il rinvio di God of War Ragnarok e lo sviluppo della versione PS4, segnaliamo in questo articolo come il colosso giapponese abbia ribadito anche questa volta la volontà di portare su PC alcuni titoli targati PlayStation.

Difatti dopo che nei mesi scorsi sono approdati su Personal Computer sia Horizon Zero Dawn che Days Gone, anche sul celebre store digitale di Valve (Steam), Hermen Hulst ha affermato nel corso della nuova intervista sul PlayStation Blog come l’azienda nipponica sia focalizzata con estrema attenzione a PlayStation 5 e PS4, ma nonostante questo guardi con molto interesse al mondo del gaming su PC.

Horizon-Zero-Dawn

Qui sotto trovate le dichiarazioni dell’ormai noto boss dei PlayStation Studios:

“Quello che posso dire è che siamo ancora agli inizi nella nostra pianificazione su PC, e Horizon Zero Dawn è stato di grande successo. Credo che ciò mostri quanto sia grande l’appetito dei giocatori esterni all’ecosistema PlayStation di vivere il fantastico portfolio di giochi che i fan PlayStation si sono goduti per anni. Posso inoltre dire che PlayStation 5 e PlayStation 4 resteranno il miglior posto dove giocare i nostri titoli PlayStation Studios al lancio, ma detto questo desideriamo dare valore ai giocatori PC, e continueremo a cercare il giusto momento per lanciare ogni gioco. Proprio in tal senso Bend Studio ha appena rilasciato la versione PC di Days Gone lo scorso 18 maggio, dunque circa due anni dopo l’uscita su PS4”.

Intanto vi ricordiamo come nei giorni scorsi la versione PC di Days Gone abbia ricevuto una nuova patch che ha risolto alcuni problemi del gioco, oltre ad alcuni bug fastidiosi che affliggevano gli input inviati al titolo attraverso il mouse.

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Nasco Nintendaro grazie al Super Nintendo per poi subìre la seduzione d'altri lidi, con monoliti neri e croci verdi. Per fortuna che ancora una volta arrivò Navi a dirmi: "Ehy listen..."

Condividi