Nelle passate generazioni, Sony è stata accusata diverse volte di una chiusura netta nella divulgazione e nella condivisione dei documenti per lo sviluppo sulle nuove console da gioco.

Ricordiamo, infatti, PlayStation 3, dove le software house dovevano tradurre i documenti dal giapponese per comprendere come lavorare sui dev kit. Jim Ryan – presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment – ha precisato però che un caso del genere non si ripeterà su PS5. Queste le sue dichiarazioni.

Una cosa che mi rende particolarmente ottimista che stiamo sentendo dagli sviluppatori e dai publisher è la facilità con cui riescono a far girare il codice su PlayStation 5. Di gran lunga superiore a qualunque esperienza che abbiano avuto su qualunque altra piattaforma PlayStation”.

Che ne pensate del futuro di PlayStation 5 e di queste dichiarazioni ? Avete letto della “ristrutturazione interna” che Sony sta attuando per PlayStation?

Commenti