NOTIZIE

Outriders: Cross-play “totale” con la prossima patch

In arrivo su PlayStation 5, Xbox One e Xbox Series X|S

Outriders, ultima opera di People Can Fly, sta ancora soffrendo di diversi problemi che ci si augura le prime importanti patch riescano a risolvere. Dopo la release di un primo aggiornamento, dedicato alle sole versioni PlayStation 4 e PC, un nuovo importante update è in arrivo per tutte le restanti piattaforme, accompagnato dalla riattivazione “totale” delle funzioni di cross-play.

Xbox One e le next-gen PlayStation 5 e Xbox Series X|S saranno dunque i prossimi protagonisti dell’atteso aggiornamento di Outriders. Lo ha comunicato la stessa People Can Fly sui social, cogliendo l’occasione per ribadire le sue scuse per i problemi sofferti fino a oggi dal gioco, in particolar modo a causa dei server offline.

Dunque sarà con la release di questa patch che i giocatori di Outriders su ogni piattaforma potranno finalmente tornare a giocare con chiunque desiderino, a prescindere dal tipo di hardware su cui si gioca. La stabilità del netcode sarà sistemata, andando cosi a ridurre il rischio di disconnessione dai server e risolvendo simultaneamente molti bug, come quello inerente all’HUD di gioco e l’errata gestione dei respawn nel corso delle spedizioni.

People Can Fly Outriders

Come già vi riferimmo in passato, la patch andrà a modificare l’impostazione di default del matchmaking da “Aperto” a “Chiuso”, cosi da ridurre il carico sul sistema di matchmaking evitando che giocatori di Outriders non interessati a fare squadra siano comunque conteggiati dal sistema di ricerca gruppo. Sistemato anche il problema causa della spiacevole sparizione dell’inventario. Si è parlato anche di abilità e bilanciamento, cose che saranno aggiustate mediante delle modifiche ai server, e non ai file di gioco che ognuno di noi conserva su PC o console in locale.

Il team di sviluppo polacco ci tiene molto a fare ammenda, ragione per cui ha già annunciato il prossimo arrivo di un piccolo DLC gratuito, un pacchetto pensato per compensare, almeno in parte, tutti gli utenti per le mancanze del gioco.