Microsoft ha da poco rivelato i suoi risultati finanziari del terzo quadrimestre dell’anno fiscale 2019, cioè di quel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 marzo 2019.

Parlando in particolare di quanto riportato all’interno della voce More Personal Computing, in cui viene calcolata anche la divisione videogiochi, i servizi della compagnia americana hanno ricevuto una decisa crescita. Se l’anno scorso, infatti, gli utenti attivi sull’infrastruttura di Xbox Live erano in 59 milioni, ora hanno raggiunto la quota di ben 63 milioni di persone.

Il settore dei videogiochi ha portato così alla compagnia un ricavo di 2.363 miliari di dollari, cioè il 5% di ricavi in più rispetto all’anno scorso, mentre i servizi dell’infrastruttura Xbox hanno avuto un incremento del 12%.

Ciò vuol dire che servizi come Xbox Game Pass e Xbox Live Gold hanno aiutato il colosso di Redmond a monetizzare a dovere, aumentando di conseguenza la propria utenza attiva e il ricavo per ogni giocatore. Il settore More personal Computing avrebbe tra l’altro registrato la crescita in ricavi maggiore rispetto anche al settore Productivity e Intelligent Cloud.

L’unica nota stonata rispetto a quanto registrato degli scorsi periodi è un rallentamento delle vendite dell’hardware Xbox, comprendente sia Xbox One S che Xbox One X.

Forse servizi come Xbox Game Pass più che attirare nuova utenza hanno reso più attiva quella già esistente, migliorando quindi il settore dei servizi più che quello hardware. Bisognerebbe vedere come si comporterà in tal senso la nuova versione senza lettore disco chiamata Xbox One X All-Digital Edition.

Voi cosa ne pensate di questi dati?

Acquista su Amazon.it

    Commenti