Game Experience
LIVE

Konami ha affidato alcune IP a team esterni?

Tra queste ci sarebbero Castlevania, Metal Gear e anche Silent Hill

Konami avrebbe, secondo un recente rumor, affidato molte sue IP del passato, pronte a fare un grande ritorno sui nostri schermi nel prossimo futuro, a degli studi di sviluppo esterni. Lo dichiara la redazione di Video Games Chronicle. Una fonte meritevole, almeno fino a prova contraria, di una certa fiducia avendo in passato azzeccato diversi fatti del mondo videoludico.

Metal-Gear-Solid

Stando a quanto dichiarato, Konami avrebbe in questo modo già messo in cantiere ben due titoli della serie Silent Hill. Una affidata a uno studio giapponese e, la seconda, affidata a Bloober Team, con cui si è di recente annunciata una partnership. Sarebbero inoltre in procinto di venire assegnati a studi esterni anche Castlevania e Metal Gear Solid.

Pare dunque che, dopo le deludenti performance di titoli come Contra: Rogue Corps e Metal Gear: Survive Konami si sia decisa ad affidare le proprie IP a studi di terza parti. Pare che i piani interessino prevalentemente giochi inediti della serie Castlevania e Metal Gear Solid. Comunque sia per il momento Video Games Chronicle parla di “intenzioni”, il che significa che c’è poco o nulla di concreto per il momento e dunque prima di vederne i risultati si potrebbero dover attendere “diversi anni”.

Se tutto ciò si rivelasse vero sarebbe un più che notevole cambio di prassi quello di Konami, destinato a riportare in auge alcuni di quei brand del passato fortemente amati ma purtroppo rimasti in gran parte ancorati e tempi sempre più lontani. Chi non gradirebbe un ritorno a combattere le forze del male in Castlevania? Chi non apprezzerebbe un proseguio, o anche un reboot, delle vicende di Metal Gear Solid? Per non parlare del brivido frammisto di paura e piacere con cui si tornerebbe a muovere dei virtuali passi per le vie desolate e nebbiose della terrificante Silent Hill. Che ne pensate?

Articoli correlati

Giovanni Carrieri

Giovanni Carrieri

Amante dei videogiochi sin dalla più tenera età ho trascorso la fanciullezza sulle console per poi passare, crescendo, al PC, mia attuale piattaforma di riferimento. Amo in particolar modo i giochi di ruolo e gli adventure, specie se open world e con una componente narrativa ben scritta e sceneggiata. Non disdegno il gioco multiplayer, sempre che la compagnia sia buona.

Condividi