Game Experience
LIVE

Il papà di Xbox è stato quasi licenziato per aver paragonato il videogioco con la masturbazione

In queste settimane stanno trapelando in rete tutta una serie di indiscrezioni, e più in generale di informazioni segrete, riguardanti la creazione della prima console di Microsoft: ovviamente ci stiamo riferendo alla prima console targata Xbox. E proprio in questo articolo abbiamo deciso di segnalarvi una nuova curiosità riguardante quello che possiamo definire il papà della divisione gaming del colosso di Redmond, tale Seamus Blackley.

Il buon Blackley infatti ha rischiato addirittura di essere licenziato da Microsoft per un paragone, decisamente poco riuscito, tra i videogiochi e quella che possiamo definire come la massima espressione dell’onanismo: la masturbazione ovviamente.

Difatti entrando nello specifico della questione, qualche settimana prima della presentazione della prima console Xbox di Microsoft, il papà della prima console del colosso di Redmond si è lasciato andare ad un confronto decisamente azzardato, seppur attinente da un certo punto di vista.
Qui di seguito trovate la sua dichiarazione:”Il gioco è come la masturbazione. Tutti lo fanno, nessuno vuole parlarne“.

Seamus Blackley ha fatto quest’affermazione nel corso del 2001, con Bill Gates e Steve Ballmer, CEO di Microsoft, che andranno sia tutte le furie per un paragone così tanto azzardato e decisamente fuori luogo, soprattutto considerando che è stato condiviso oltre venti anni fa.

Xbox

A riportarlo in auge in questi giorni è stata la giornalista di Bloomberg, Dina Bass, durante uno scambio di battute con un suo follower che accusava il buon Blackley di aver fatto un commento sessista nel corso degli anni 2000. La giornalista ci ha però tenuto a specificare come le dichiarazioni del papà di Xbox siano molto diverse dalle accuse di sessismo che sta dovendo affrontare Activision Blizzard in questi mesi, con una decontestualizzazione che mai come in questo caso finisce per stravolgere completamente il significato delle cose.

Fonte: GameSpot

Articoli correlati

Alberto Rossi

Alberto Rossi

Videogioco praticamente da sempre, con il desiderio inesauribile di vivere fantastiche avventure in mondi affascinanti, potendo in questo modo assaporare quella splendida sensazione di libertà che mi è stata preclusa nella vita reale. E poi diciamocelo chiaramente: videogiocare su una sedia a rotelle è decisamente comodo!

Condividi